Sarri: «A Bergamo soffrono tutti, bene gli ultimi 20 minuti»

Iscriviti
sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match del Gewiss Stadium tra i bianconeri e l’Atalanta

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match del Gewiss Stadium tra bianconeri ed Atalanta.

PARTITA – «È stata una bella partita, non sembrava nemmeno del campionato italiano per rito e intensità. Siamo partiti bene, dopo il rigore ci siamo persi. L’Atalanta ci ha fatto soffrire ed è andata meritatamente in vantaggio. Abbiamo pareggiato su un’azione confusa. Poi abbiamo avuto il merito di venire fori giocando bene nei 20 minuti finali»

DENTRO DOUGLAS E DYBALA ESTERNO – «Il tentativo era di farli smettere di spingere con gli esterni e prendere in mano la partita con più continuità»

SOFFERENZA – «Non è semplice con questo modulo la fase difensiva. È dispendioso per i due centrocampisti interni. Abbiamo sofferto la loro ampiezza perché abbiamo coperto poco la palla nella loro metà campo. Ci hanno preso con tanti cambi campo e abbiamo sprecato molte energie. Dominare con l’Atalanta è difficile per tutti. Qui c’è da soffrire per tutti. Ha ragione Guardiola: è come andare dal dentista, puoi uscire bene ma senti male. Il problema è che venivamo spesso tutti incontro senza andare ad attaccare gli spazi che si aprivano. Negli ultimi 20 minuti l’abbiamo fatto meglio».

RONALDO – «Sarei contento recuperasse subito per martedì. Lo spero. Il ragazzo aveva giustamente l’esigenza di recuperare di questo acciacco che lo sta importunando in partita in allenamento. Dipenderà molo dalle sensazioni che avrà lui. In questo momento ha fatto la scelta giusta: io ero d’accordo con lui. Bisognava trovare un modo di allenarsi senza sovraccaricare il ginocchio. Giocare sempre con un pizzico di dolore ti stanca mentalmente. Io l’ho accontentato volentieri: c’era da fermarsi per qualche giorno».

BALLOTTAGGIO HIGUAIN-DYBALA – «Si dà la formazione nella riunione pre partita e uno va fuori».

BERNARDESCHI – «Ha preso un colpo e dopo non riusciva più respirare. Credo fosse al diaframma, aveva la sensazione continua di dover vomitare».

DOUGLAS COSTA – «Neanche Douglas sta benissimo. Ha sentito qualcosa ai flessori dopo 5-10 minuti che era entrato. Anche se è rimasto dentro».

Condividi