Schick al bivio tra tre squadre: la trattativa con la Juve non è chiusa

schick
© foto Instagram

Il centravanti ceco sarebbe stato ingaggiato dalla Juve, ma un suo problema fisico riscontrato durante le visite mediche ha frenato i bianconeri

Lo slogan “Tutti pazzi per Schick” è stato uno dei leitmotiv principali del girone di ritorno in Serie A. Giunto nel nostro calcio come talento promettente ma in fin dei conti come oggetto misterioso, il ceco è riuscito a ritagliarsi un posto da titolare inamovibile nella Sampdoria di Giampaolo con il trascorrere della stagione, sfoderando reti e prestazioni da attaccante completo che gli hanno permesso di addossarsi l’etichetta del “nuovo Ibrahimovic“.

LE CORTEGGIATRICI – Era chiaro, pertanto, che il nome del bomber classe 1996 sarebbe stato uno dei più gettonati nella sessione di mercato estiva: a spuntarla era stata la Juventus che si era assicurata le prestazioni di Schick per 30 milioni di euro, trovando l’accordo con il club blucerchiato e con il giocatore. Tuttavia, durante le visite mediche di rito, è stato riscontrato un problema fisico all’attaccante di cui non si è ancora fatta chiarezza sulla reale entità, ma che ha indotto la dirigenza juventina a tirare i remi in barca e a non stringere definitivamente la mano al presidente doriano Massimo Ferrero. Gli scenari, adesso, sono tre: Schick potrebbe infatti restare a Genova un altro anno, oppure potrebbe finalmente accasarsi alla Juventus o addirittura trovare un accordo lampo con l’Inter, il che rappresenterebbe un’autentica beffa per i bianconeri.