Scommesse Champions, Juve a 1/10 prima del Corona. Cosa aspettarsi adesso?

Calcio
© foto Shutterstock

Con lo stop del Covid-19 la seconda parte della Champions League è ancora tutta da giocare. La partita mai come quest’anno è aperta a colpi di scena, ma cosa succederà nei prossimi mesi?

Fare scommesse sulla Champions o puntare a pronostici su una delle più importanti competizioni di calcio a livello Europeo non potrebbe essere più pericoloso e adrenalinico in un anno imprevedibile come quello dell’edizione 2019-2020. Il Coronavirus ha scombinato i piani, lo stop dei campionati, degli allenamenti e delle prove tecniche in team per tutto il periodo del lockdown sono un’arma a doppio taglio che potrebbe aver segnato gli equilibri per le squadre in gioco alla Champions League.

Tutto può ancora essere riscritto e le puntate sulle scommesse di calcio sulla Champions League che si giocano anche su sitiscommesse.com, non potrebbero essere più diverse e agguerrite. La possibilità di riprendere il campionato europeo ha rimesso la palla a centrocampo, la partita è ancora aperta e tutto può ancora succedere! Ma si giocherà veramente la Champions? E quando?

Quando e come si giocherà la Champion League?

Sul sito della UEFA non c’è ancora nulla di ufficiale per quanto riguarda le date e il piano per portare a termine l’attuale edizione. L’Organizzazione calcistica deve ancora stilare un programma certo e tanto è dipeso anche dall’approccio dei singoli stati alla ripresa del settore sportivo dopo la grave pandemia da COVID-19. Ma ci sono alcune opzioni che probabilmente sono molto vicine a quello che avverrà nel prossimo futuro.

La UEFA ha già fissato un limite alla chiusura dei maggiori campionati di serie A e questo limite è il 2 agosto 2020. Tanti stati come Francia, Belgio e Olanda hanno già rinunciato a proseguire con il campionato ma molti altri invece, come Germania e Italia, puntano a ripartire e concludere le Coppe. Per rientrare nella Champion dovranno rimanere nei tempi, valutando anche un periodo di ripresa e riposo dei giocatori che potrebbero essere troppo sollecitati dopo un così prolungato periodo di fermo.

Una delle ipotesi più probabili è che le ultime battute del campionato vengano organizzate come per qualsiasi altra edizione. Bisognerà solo giocare il ritorno degli ottavi di finale e poi proseguire in scioltezza fino alle finali, programmate per il 29 agosto a Istanbul. Qui sorge il primo problema: pare che la città turca abbia deciso di rinunciare all’evento e che alcuni club stiano chiedendo di terminare prima la Champions. Per quale motivo? Per i giocatori, in modo che possano riprendersi senza fretta per la nuova stagione del campionato, programmata per la prima parte di settembre.

Se le modalità di gioco non venissero cambiate si potrebbe partire con il ritorno degli ottavi di finale il 7-8 agosto. Passare ai quarti dall’11 al 16 agosto, continuare con le semifinali dal 18 al 23 agosto e infine giocare la finale il 29 agosto.

La UEFA potrebbe invece optare per una nuova modalità delle partite, in modo da snellire il calendario e dare ai giocatori il tempo di riposare tra una competizione e l’altra. La seconda opzione prevede delle gare secche, con partenza sempre il 7 agosto per il ritorno degli ottavi di finale. Da qui le strade da prendere sono due: alcune indiscrezioni parlano di una Final Eight a Lisbona dal 10 al 22 agosto con quarti, semifinali e finale in un unico stadio in Portogallo. Altrimenti i quarti potrebbero essere giocati l’11 e 12 agosto, le semifinali il 18 e 19 e poi mancherebbe più solo la finale per completare il giro.

Chi si scontrerà per primo?

Prima che il Coronavirus fermasse le selezioni erano già passati ai quarti Atletico Madrid, PSG, RB Lupsia e Atalanta. I primissimi a giocare dopo lo stop da COVID-19 sarebbe la Juventus contro una Lione segnata dallo stop della Ligue 1 (che vede i francesi partire in vantaggio per 1-0), Manchester City e Real Madrid (vantaggio di 2-1 per i City), Bayern Monaco e Chelsea (vantaggio per il Bayern di 3-0 sul primo scontro) e infine Barcellona-Napoli (con un pareggio di 1-1).

Tra i team italiani il più favorito è sicuramente il bianco nero di Torino che aspetta di vivere il ritorno degli ottavi. Prima dello stop le quote della Juventus erano stimate a 10/1. E gli avversari più temibili come vengono valutati? Manchester City 4/1, Bayern Monaco 11/2, Liverpool 6/1, Barcellona 7/1, PSG 8/1, Real Madrid 12/1, RB Leipzig 16/1, Atletico Madrid 20/1 e Borussia Dortmund 25/1

Condividi