Solo Juve, ma l’Italia è un disastro

juve
© foto Massimo Pinca

Le squadre italiane arrancano in Champions, solo la Juve ancora in gioco. Eppure la nuova riforma ci permetterà di avere di nuovo quattro squadre

E’ la solita storia, il tempo di arrivare a febbraio-marzo e sono già tutte sparite. L’ultima in ordine di tempo è la Roma di Spalletti, regolata dal Lione (un simbolico passaggio di consegne della Serie A alla Ligue 1?) e già eliminata nel play-off di Champions ad Agosto dal Porto. La Juve è l’unica squadra in Italia che può ancora giocarsela per un trofeo europeo. Una bella eccezione, ma pur sempre un eccezione. E i guadagni stellari derivati dalla Champions, da non dividere con nessun altra squadra del nostro paese, visto che non ne è più rimasta in gioco nessuna, continueranno a rafforzare sempre di più questo sistema. I bianconeri, al di là dei risultati sportivi, che sono comunque frutto del campo, sono avanti anni luce per fatturato e progettualità

SETTE ANNI DI VUOTO– L’ultima italiana ad aver vinto una coppa europea è l’Inter di Mourinho, anno: 2010. Bastò quella vittoria ad interrompere completamente il ciclo dei nerazzuri. Poi in questi anni si è visto ben poco. La scorsa stagione nessuna squadra superò gli ottavi (colpa di quel maledetto Juve-Bayern). Nel 2014-15 solo la Juve, più Fiorentina e Napoli in Europa League. Un piccolo record, che in questi ultimi sette anni non si era mai visto. Andando indietro però il solito grigiore: nel 2013-14 solo una squadra ai quarti, nel 2012-13 due e l’anno prima ancora solo una.

QUATTRO SQUADRE – Il ranking UEFA per nazione vede ancora l’Italia al quarto posto dietro naturalmente  a Spagna, Germania e Inghilterra. La riforma europea prevede l’assegnazione di quattro posti fissi ai principali quattro campionati europei a partire dal 2018/19. Un ritorno al passato. Anche se la Serie A deve guardarsi alle spalle perchè la Francia dista solo 17 punti. E non è neanche così difficile capire il perchè: il Monaco elimina il City, il Lione è, a questo punto, una delle favorite in Europa League ed il Psg, se non si fosse suicidato al Camp Nou, sarebbe la terza squadra ancora in gioco. E l’Italia?

Articolo precedente
Le parole di John Elkan: «Andrea Agnelli resterà al timone»
Prossimo articolo
marotta agnelli paraticiAndrea Agnelli deferito: cosa vuol dire?