Stendardo a RBN: «Sarri? La Juve non poteva scegliere allenatore migliore di lui»

sarri-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Guglielmo Stendardo, ex calciatore della Juve, ha parlato di tanti temi legati al mondo bianconero, fino ad arrivare a Maurizio Sarri

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso della trasmissione ‘Bordocampo’, è intervenuto l’ex difensore della Juve Guglielmo Stendardo. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

DE LIGT – «Sicuramente mi aspetto molto, è un leader indiscusso per le qualità fisiche e tecniche e per il suo carisma. Credo che sarà subito fondamentale per la difesa della Juventus e che vada a comporre con Chiellini una delle migliori coppie centrali. La Juve ha tanti giocatori forti, nella fase difensiva non ha nulla da invidiare a nessuno. Poi Sarri sarà come gestire i giocatori».

DANILO-CANCELO – «Danilo forse è più pronto in fase difensiva. Cancelo è un esterno che può giocare anche alto, può giocare in diversi ruoli anche in attacco, ma penso che Danilo sia assolutamente affidabile, ha grande esperienza internazionale. Penso che la Juve abbia fatto un gran colpo».

DEMIRAL – «Mi ha convinto, è un giocatore molto carismatico, cattivo agonisticamente parlando. Somiglia molto a Montero come temperamento e grinta. Penso che sia un’ulteriore freccia nell’arco di Sarri, sarà assolutamente utile alla squadra, ne sono convinto».

CHIELLINI – «Credo che negli ultimi anni sia addirittura migliorato. L’ho incontrato due mesi fa in ritiro a Roma, abbiamo parlato di diverse cose, vi posso garantire che ha ancora tante motivazioni. È consapevole della sua forza e anche della sua età, ma negli ultimi anni ha confermato ulteriormente il suo valore. Lo scorso anno quando è venuto a mancare lui la squadra ne abbia risentito. Sono giocatori che nel gruppo fanno la differenza. È l’emblema della squadra, un vero capitano».

BARZAGLI – «Lo conosco da tantissimi anni, abbiamo fatto l’Under 15 insieme. Penso che abbia fatto un’ottima carriera, sono giocatori che hanno lasciato il segno e che possono servire per migliorare l’immagine del nostro calcio».

SARRI – «Secondo me la Juventus non poteva scegliere di meglio. Sarri ha fatto vedere di saper conquistare risultati attraverso la concretezza ma anche attraverso il gioco. Con lui la Juventus continuerà a vincere e a convincere, portando qualcosa più sul piano dello spettacolo che forse negli scorsi anni è mancato. Con Sarri si riuscirà ad avere una dose di spettacolo in più».