Sturaro nell’occhio del ciclone su Instagram, poi il giocatore si scusa

sturaro
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Sturaro risponde agli insulti di un ragazzino napoletano su Instagram, poi chiede scusa: «Noi calciatori veniamo spesso insultati…»

Un brutto pomeriggio social per Stefano Sturaro. Il centrocampista (o terzino?) bianconero è finito suo malgrado nell’occhio del ciclone per una scambio di battute accese sui social con un ragazzino 12enne napoletano. Questi i fatti. Il ragazzo scrive in chat privata su Instagram a Sturaro con tutta una serie di epiteti, tra cui «Juve m...» e «Sapete solo rubare». A questo punto però il calciatore, a sorpresa, risponde ed i toni sono un pò degenerati. «Scusa Gomorra» e «tornatene a giocare coi Pokemon» le parole usate da Stefano.

Dagli screenshot pubblicati dal piccolo tifoso napoletano si scatena il finimondo. Ma Sturaro fa la cosa giusta. Ovvero riconoscere l’errore e scusarsi. Naturalmente via social in modo che tutti lo possano sentire. La scusante di venire spesso insultato in quanto calciatore famoso non regge ed è lo stesso Stefano a riconoscerlo.

«Accade spesso– scrive sul suo profilo ufficiale Instagram – che noi calciatori veniamo insultati sui social network. Bisognerebbe ignorare, ma purtroppo a volte l’istinto ha il sopravvento, soprattutto quando si tratta di pesanti provocazioni. Mi è successo con un ragazzino napoletano qualche giorno fa. Non sarei dovuto cadere in questo errore. Mi scuso con lui e con chi si è sentito toccato». Insomma semplicemente quello che andava fatto. Per cui giù le mani da Sturaro.