Altro che Donnarumma! Szczesny sottovalutato: è fra i primi 3 al mondo!

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Wojciech Szczesny, portiere della Juventus, spesso e volentieri sottovalutato ma sempre fondamentale e decisivo

Nelle vittorie della Juventus vengono giustamente decantate e tessute le lodi per i gol di Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata, per le giocate di Paulo Dybala, per gli inserimenti di Weston McKennie, per la qualità di Aaron Ramsey, per le stoccate di Federico Chiesa, per le giocate difensive di Matthijs de Ligt e di Leonardo Bonucci, per gli assist di Juan Cuadrado. Molto spesso viene ‘dimenticato’ Wojciech Szczesny. Il portiere polacco della Juventus non è stato decantato dalla stampa dopo le recenti prestazioni. Prima della sfida con il Milan, ad esempio, la stampa ha esaltato Gigio Donnarumma, portiere classe ’99 del Milan. Nessuno discute il valore del giovane estremo difensore rossonero, ma si può affermare con certezza come il portiere polacco abbia stravinto il duello a distanza con il suo collega. Tek ha realizzato 8 parete nella sfida contro il Milan, è il suo miglior risultato della stagione. Il portiere polacco della Juventus, secondo Whoscored, ha una percentuale parate del 91,9% in campionato, percentuale che sale al 94,7% in Champions League.

Lode al sottovalutato Szczesny: rende semplici le cose difficili

Wojciech Szczesny ha un valore importante: riesce a far sembrare semplici le cose difficili. Lo ha detto l’ex portiere Nando Orsi a Sky: «Mi stupisce che in questo periodo in cui i portieri respingono tutto, lui spesso riesca a bloccare il pallone. Contro il Milan ad esempio ha fatto una parata che non vedevo dare da tanto tempo. Szczesny è un grande portiere, è tra i primi al mondo e ha questa capacità di rendere semplici le cose difficili». Si può affermare anche come Szczesny sia uno dei portieri più sottovalutati al mondo. Viene esaltato poco ma la sua importanza alla Juventus è incredibile. Il club bianconero infatti può dormire sonni tranquilli grazie a lui, arrivato per sostituire Gigi Buffon. Prima un anno di apprendistato alle dipendenze di Madama, da secondo di Gigi, poi ha raccolto l’eredità (in pochi probabilmente ci sarebbero riusciti con questa naturalezza e disinvoltura), di fatto non facendo rimpiangere il miglior portiere di tutti i tempi! Lui scherzando, ma non troppo, tempo fa disse: «Ho detto che quando ero alla Roma ho messo in panchina Alisson, il miglior portiere del mondo, ed ora alla Juve faccio il titolare al posto di Buffon, uno dei migliori della storia. Possiamo concludere che probabilmente sono il miglior portiere del mondo e della storia». La presenza di Gigi al suo fianco, ora suo secondo, è stata altresì importante nella sua crescita e non va sottovalutata: «Avere Gigi a fianco per un altro anno è un’esperienza incredibile. È perfetto, sia per me che per la Juve. Non si può comprare la possibilità di allenarsi con lui, parlargli, osservarlo e condividerci idee. Dovrei essere pazzo a non approfittarne».

Szczesny batte Donnarumma. Ed è anche un leader nello spogliatoio bianconero

E Szczesny è un elemento molto importante anche nello spogliatoio. Il polacco è stato uno dei migliori in campo nel match di San Siro della Juvecontro il Milan e al termine della gara ha voluto mandare un messaggio ai suoi followers su Instagram. «Un sacco di persone vorrebbero vederci morti ma siamo più vivi che mai. Milan 1-3 Juventus, fino alla fine!» questo il messaggio del polacco. Tek indispensabile in campo e fuori. La strana vita del portiere polacco che ha avuto come secondi Alisson e Buffon e che viene spesso ‘dimenticato’ quando vengono stilate le classifiche dei migliori portieri al mondo. Istrionico, guascone fuori dal campo, essenziale nelle sue parate in campo. E la Juve, che lo ha pagato meno di 15 milioni, se lo gode!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wojciech Szczesny (@wojciech.szczesny1)

LEGGI ANCHE: Ultimissime Juve 8 gennaio: le notizie bianconere di oggi

Condividi