Tamponi Juve: nessun focolaio ma rischio nuovi casi. 8 positivi da marzo

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Tamponi Juve: nessun focolaio ma rischio nuovi casi. 8 positivi da marzo all’interno del club bianconero che spera di non perdere altre perdine

Al momento in seno alla Juventus non si segnalano altri casi, dopo quella di Matthijs de Ligt registrata ieri ma – spiega Gazzetta – non è possibile escludere che ne spuntino in futuro, visto che all’interno del gruppo-squadra i contatti sono inevitabili.

La Asl di Torino, attraverso il dirigente Roberto Testi, spiega: «La situazione è sotto controllo, il club ci ha informato prontamente e non c’è nessun focolaio». Il totale dei positivi, da marzo, sale quindi a otto: Rugani primo nel nostro campionato, poi Matuidi, Dybala, McKennie e Ronaldo prima di Alex Sandro, Cuadrado e appunto De Ligt.

LEGGI ANCHE: Bergomi: «Inter non costretta a vincere, Juve favorita per lo scudetto»

Condividi