Torricelli: «Rugani garanzia, Cuadrado è una bella scoperta» – ESCLUSIVA

Torricelli
© foto www.imagephotoagency.it

Moreno Torricelli, ex difensore della Juve, ha parlato in esclusiva in vista della sfida dei bianconeri contro la Lokomotiv Mosca

Oltre 150 presenze collezionate con la Juve dal 1992 al 1998. Sei anni passati al fianco dei colori bianconeri per Moreno Torricelli, con un palmares che parla per sé. 3 Scudetti, 2 Coppe Italia, 2 Supercoppe italiane, 1 Coppa Uefa, 1 Champions League, 1 Coppa intercontinentale e 1 Supercoppa UEFA. Una carriera vincente, costruita in un alcuni capitoli gloriosi nella storia della Vecchia Signora. Nel giorno della sfida tra Lokomotiv Mosca e Juve, l’ex terzino bianconero ha analizzato – in esclusiva a Juventus News 24 – l’incontro di Champions League che attende la squadra di Maurizio Sarri. Queste le parole di Torricelli nel giorno della sfida cruciale per l’undici bianconero.

La Juve è attesa questa sera dalla sfida importante contro la Lokomotiv Mosca. Partita complicata all’andata, si aspetta un incontro così ostico anche al ritorno?

«Sicuramente sarà una partita tosta, perché giocare contro la Juve porta tutti al 100%. Per loro è l’occasione per riaprire il discorso non dico qualificazione ma Europa League. La Lokomotiv farà la partita della vita come spesso capita contro la Juve per cui non sarà semplice. I bianconeri avranno una partita importante per chiudere il discorso qualificazione, per cui darà modo nell’arco della stagione di preoccuparsi più del campionato che della Champions e questo può fare la differenza».

La novità più grande riguarda l’assenza di Matthijs De Ligt. Che impressione le ha fatto in questa prima parte di stagione il difensore olandese?

«Ha trovato delle difficoltà, com’è giusto che sia, perché è giovane ed è arrivato con tantissime aspettative ma verranno rispettate alla lunga. Il periodo di adattamento, com’è capitato a tantissimi, ci può stare. È stato buttato dentro la mischia per l’infortunio di Chiellini, ha fatto buone partite ma ci si aspetta di più per via dell’enorme qualità mostrata all’Ajax. Migliorerà, ma è giusto che prenda un po’ di fiato. Il gol e la vittoria nel derby, però, sono importanti per il morale».

Un’occasione importante per uno fra Demiral e Rugani dunque. Chi vede più pronto per vestire la casacca da titolare al centro della difesa?

«Rugani conosce di più la Champions, perché è da diversi anni alla Juve e può dare qualche garanzia in più. Di Demiral ne parlano tutti bene, anche se nell’unica prestazione non ha fatto benissimo. Può capitare. Dipenderà tutto dall’aspetto di squadra per esaltare il singolo, quindi se la Juve farà una buonissima prestazione anche chi verrà chiamato in causa si troverà sicuramente a suo agio».

La stagione per la difesa bianconera è cominciata con la notizia dell’infortunio di Chiellini. Da un lato l’assenza del Capitano si fa sentire ma dall’altro sta responsabilizzando la figura di Leonardo Bonucci, fino a questo momento in campo in tutte le partite…

«Ha disputato un grandissimo inizio di stagione, si è responsabilizzato sia con la Juve e sia in Nazionale. Sta facendo bene, questo può aiutare chi giocherà al suo fianco quest’oggi».

Parlando della corsia di sinistra, invece, per Alex Sandro sembra essere la stagione della rinascita. Un inizio di stagione positivo per il terzino brasiliano…

«La Juve ha bisogno dell’Alex Sandro della prima stagione. Ha tantissime qualità, non ha mantenuto il rendimento nelle stagioni scorse. Quest’anno ha iniziato bene, si spera possa mantenere queste prestazioni. Purtroppo, per via degli infortuni, non ha un vero e proprio sostituto che possa farlo rifiatare ma ci aspettiamo tanto da lui».

Tra gli esperimenti più riusciti da Maurizio Sarri, occupa un posto importante l’arretramento sulla linea dei difensori di Juan Cuadrado. L’ha convinta l’idea pensata dal tecnico per l’esterno colombiano?

«È l’aspetto più positivo dell’inizio di stagione della Juventus. Avevamo già visto il cambiamento con Allegri, quest’anno è migliorato tanto, anche in fase difensiva e sta facendo delle prestazioni eccellenti. Speriamo possa proseguire così, soprattutto in chiave infortuni, perché qualcuno lo ha sempre avuto e spero che quest’anno possa lavorare con continuità visto che fino adesso ha fatto un’ottima stagione».

Si ringrazia Moreno Torricelli per la disponibilità e la cortesia mostrate durante l’intervista.