Questa Juve ha di nuovo fame. Per la prima volta dopo Cardiff…

khedira
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve ad Udine, scossa dall’espulsione di Mandzukic, ha di nuovo dimostrato di avere fame. Per la prima volta dopo la finale di Cardiff…

Le facce giuste. Per la prima volta in questa stagione, si sono rivisti i volti dei giocatori che hanno fatto sognare il popolo bianconero fino a Cardiff. L’espulsione ingiusta di Mandzukic ha come scosso un gruppo ancora intorpidito da quanto successo il 3 giugno scorso. L’immagine di Higuain che mulina le braccia per rincorrere gli avversari al posto di allargarle come troppe volte è successo in questi ultimi due mesi, è il simbolo che qualcosa è cambiato. Certo ci vorranno altre conferme, ma Massimiliano Allegri ha forse convinto i suoi giocatori che il passato è ormai andato e solo tornando a essere squadra vera si può sperare di rivivere le stesse emozioni del finale dello scorso anno.

L’espressione “partita della svolta” è ormai abusata e perfino stucchevole, ma c’è da credere che da Udine esca una Juve diversa, una Juve con uno sguardo famelico, una Juve che non mollerà facilmente il triangolino tricolore che campeggia sulle sue maglie da cinque anni. Mercoledì la Spal e poi sabato il big match di San Siro contro un Milan in netta crisi dovranno confermare quanto è apparso evidente nella partita di ieri, poi bisognerà andare a Lisbona a chiudere il discorso qualificazione Champions. A quel punto, inizierà la vera stagione.

Paolo Oggioni

Articolo precedente
Pasqua per Juventus-Spal: designato l’arbitro per il turno infrasettimanale
Prossimo articolo
alvaro morataMorata compie gli anni: affettuoso scambio d’auguri con la Juve – FOTO