Ultimissime Juve 29 novembre: le polemiche post Benevento, sguardo alla Champions

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Ultimissime Juve LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Ultima ora del giorno 29 novembre 2020

Ultimissime Juve, le notizie del giorno: 29 novembre 2020


Juve-Napoli, Gattuso: «Volevamo giocare, la giustizia faccia il suo corso»

Ore 23.20Rino Gattuso, ai microfoni di Sky Sport, torna sui fatti di Juventus-Napoli. Le sue parole.

JUVENTUS NAPOLI – «Il Napoli ha 18 punti sul campo. Non è un problema nostro. Noi eravamo in pullman per partire e la mia squadra aveva molte chance di fare risultato a Torino. La Juventus ha cambiato allenatore ed era in difficoltà, mentre ora è molto più forte. A noi è andata male perché abbiamo una partita e un punto in meno. Mi auguro che la giustizia faccia il suo corso»

Tardelli replica a Cabrini: «La fortuna di Maradona è stata non venire alla Juve»

Ore 22.00Marco Tardelli, ospite di Myrta Merlino (sua compagna di vista) negli studi di La7 a “L’Aria che tira” ha parlato di Maradona e ha replicato alle dichiarazioni di Cabrini. LE SUE DICHIARAZIONI

Juve-Dinamo Kiev, sfida da bomber: da Inzaghi a Di Vaio, passando per Del Piero

Ore 21.30 – La Juventus si rituffa nella Champions League dopo il deludente pareggio in campionato contro il Benevento. La squadra di Pirlo, già agli ottavi, tenterà l’assalto al primo posto già con la Dinamo Kiev. Sono due i precedenti a Torino tra Juventus e Dinamo Kiev: nel 1998, 1-1 con reti di Gusin e Inzaghi mentre nel 2002 manita bianconera con doppietta di Di Vaio e reti di Del Piero, Nedved e Davids.

Coutinho-Juve, l’agente rivela: «Aspettiamo la fine della stagione»

Ore 19.00 – In un’intervista rilasciata al Mundo Deportivo, l’agente di Philippe Coutinho ha parlato del futuro del centrocampista brasiliano del Barcellona. LE SUE PAROLE

Secondo una speciale classifica, Frank Kessié e Federico Chiesa sono tra i pochi giocatori della loro età ad avere superato una soglia di gol

16.20 – Con il gol segnato su rigore nella partita del Milan contro la Fiorentina, Frank Kessié ha raggiunto quota 25 reti in Serie A, raggiungendo Federico Chiesa e Lautaro Martinez in una speciale classifica. Come riportato da Opta, infatti, Franck Kessié è uno dei tre giocatori nati dal 1996 in avanti ad aver raggiunto quota 25 centri in Serie A, dopo Lautaro Martínez e Federico Chiesa.

De Ligt trascina via Dybala, tifosi divisi: «Chi è il capitano?». Curiosa scena dopo Benevento Juve

15.20 – Benevento-Juve è finita da qualche minuto. Paulo Dybala, con la fasci da capitano al braccio, sta protestando con Pasqua per i rigori non concessi ai bianconeri nel secondo tempo. Da dietro arriva De Ligt che prova a trascinarlo via, forse per evitargli provvedimenti disciplinari. L’argentino si gira piccato verso l’olandese e gli intima di lasciarlo discutere col direttore di gara. Ma chi ha ragione? Tifosi divisi sui social ma, sopratutto, in molti si chiedono: chi è il vero capitano? CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Allenamento Juve: le ultime dalla Continassa dopo il Benevento

Ore 15.00 – Dopo il deludente pareggio col Benevento la Juventus è tornata a lavorare subito verso il match di Champions con la Dinamo Kiev.

«La Juve ha ripreso subito a lavorare, rientrata dalla Campania dopo il pareggio di ieri sera a Benevento. C’è una partita da lasciarsi alle spalle, ce n’è già un’altra da preparare: mercoledì si scende in campo in Champions League, contro la Dinamo Kiev, e sebbene la qualificazione agli Ottavi di Finale sia già cosa fatta, c’è un primo posto nel girone ancora in ballo, ancora da conquistare. Il gruppo si è ritrovato pertanto questa mattina al Training Center: come sempre, scarico per chi ha giocato ieri, mentre il resto della squadra ha lavorato in campo su possessi, esercitazioni e partitella. Domani i bianconeri si ritrovano nuovamente al mattino».

Khedira: «Voglio giocare, ma non è colpa di Pirlo. Sulla rescissione…»

Ore 14.00 – Sami Khedira, centrocampista tedesco ai margini del progetto Juventus, ha svelato alla ZDF le sue intenzioni per il futuro.

PREMIER LEAGUE – «Ci sono sempre dei colloqui, che poi non è detto che si trasformino in trasferimenti. Certo sarei molto contento di andare in Premier League, sono un grande tifoso del campionato inglese e mi stimolerebbe molto giocarci. Se ci sarà un’opportunità di trasferirmi in Inghilterra allora la valuterò come opzione, vedremo cosa accadrà»

RESCISSIONE – «Non c’è stata una proposta in tal senso, non abbiamo mai parlato di questioni finanziarie».

FUORI DAL PROGETTO JUVE – «Non è frustrante, ma ovviamente non si può essere soddisfatti. Io voglio certamente giocare, ma la colpa non è di Andrea Pirlo. Lui vuole giocare il suo calcio ed io devo accettarlo. Quando me ne andrò mi piacerebbe essere ricordato dalla Juventus come un grande calciatore. Magari in questa fase come la miglior riserva o il miglior giocatore non considerato che abbiano mai avuto. Se non puoi dare il contributo in campo durante le partite, puoi farlo in allenamento e fuori dal campo».

Trattenuta su De Ligt, il web insorge: «Era rigore netto!» – FOTO

Ore 11.00 – Rabbia del web sull’episodio che poteva cambiare l’epilogo di Benevento-Juve. Al 91′, infatti, Matthijs de Ligt è stato trattenuto vistosamente in area da Improta, con Pasqua che non ha concesso il rigore.

Dalle immagini, però, è evidente la trattenuta irregolare del calciatore del Benevento sul difensore bianconero.

Twitter

Khedira consigliato dall’ex portiere: «Lo vedrei bene in quella squadra»

Ore 09.00 – L’ex portiere Paul Robinson, intervistato da Football Insider, ha parlato del suo desiderio di vedere Sami Khedira al Tottenham. L’avventura del tedesco alla Juve è sempre più verso il tramonto. Queste le sue dichiarazioni.

«Guardate Cristiano Ronaldo o Ibrahimovic, al giorno d’oggi la carriera dei calciatori dura parecchio di più. E CR7 e Ibra sono tra i calciatori più in forma delle loro squadre, se non quelli più in forma. I calciatori professionisti ora hanno più cura di se stessi e giocano più a lungo. Sono monitorati giorno dopo giorno, non si ritirano a 30 o a 32 anni, a meno che non abbiano infortuni gravi. E non c’è motivo per cui Khedira non possa fare anche lui questo percorso. Ha ancora tantissimo da dare, anche se non credo che gli offriranno un triennale».

Benevento-Juve, i giornali lo massacrano: «Che giocatore è diventato oggi?»

Ore 08.30 – Mano pesante da parte dei giornali per quanto riguarda i giudizi di alcuni calciatori della Juve dopo l’1-1 col BeneventoLa Gazzetta dello Sport ha rifilato un 5 a Bentancur, motivandolo con questa valutazione.

«Cos’è diventato oggi Bentancur? Non imposta, non recupera, cerca una posizione che non trova, entra (per Arthur) senza ‘entrare’ veramente nel gioco. Ma non è solo colpa sua».

Morata segna e fa una dedica alla telecamera: ecco a chi si è rivolto – FOTO

Ore 08.00Segna (ancora) Alvaro Morata, non basta il suo sigillo per uscire dal Vigorito con i tre punti. L’attaccante spagnolo aveva illuso la Juve, con il pareggio di Letizia a far masticare amaro ad Andrea Pirlo.

La nota lieta riguarda il bellissimo gesto di Morata dopo il gol. Lo spagnolo ha dedicato la rete a Giacomo Vrioni, reduce da un grave infortunio in allenamento con la Juventus U23«Forza amico» il messaggio di Alvaro.

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: le prime pagine di oggi

Condividi