Zidane, è la sua finale: «Solo bei ricordi in bianconero»

zinedine-zidane
© foto www.imagephotoagency.it

Zinedine Zidane, è la sua finale. E lui nel media day del Real Madrid al Santiago Bernabeu si presenta rilassato e sorridente. «La cosa più difficile è arrivare alla finale. Loro sono una grande squadra, hanno fatto un anno spettacolare. Quello che tutti vogliamo è una grande partita. Real ha segnato di più e la Juve quella che concede meno? La finale è una gara a sè, non conta. Quest’anno sono arrivate in finale le due squadre migliori. La Juventus ha vinto la Serie A, noi la Liga. Sarà una grande partita».

ISCO E BALE – «L’importante è il fatto che stiano bene tutti, compreso Gareth. Non ho ancora deciso cosa fare, ma il vero problema è un altro: mandare in tribuna 5-4 ragazzi che durante l’anno hanno dato tutto. Questo mi fa stare male».

JUVE – «Come mi sono sentito nel ’98 quando ho perso la finale con la Juve proprio contro il Real? Fottuto. Poi sono arrivato qua ed è diventato il club della mia vita. Non avevo mai vinto una Champions prima. Qua sto benissimo e voglio restare, il futuro è Cardiff. Certamente però per me è una partita speciale, dei cinque anni alla Juve ho solo bei ricordi. Allenarla in futuro? Io penso solo alla finale ora».

DYBALA – «Si parla sempre di Dybala, Higuain e Dani Alves. E’ come da noi: si parla sempre dei soliti nomi, ma poi c’è una grande squadra dietro. Credo che comunque Dybala sarà il pericolo numero uno. Ho un’idea comunque, ma ovviamente non ve la dico».