Alcibiade: «È mancata un po’ di freschezza. I giovani vanno aiutati»

Iscriviti
alcibiade
© foto www.imagephotoagency.it

Alcibiade parla dopo la sconfitta della Juventus Under 23 contro la Carrarese. Le parole del difensore bianconero

(Marco Baridon inviato allo Stadio Moccagatta) – La Juventus Under 23 esce sconfitta allo Stadio Moccagatta contro la Carrarese. Al termine del match, Alcibiade ha analizzato così la gara.

LA GARA «È mancata un po’ di freschezza sia fisica che mentale. Nel primo tempo la situazione non era delle migliori per giocare, soprattutto per i ragazzi giovani. Quando si gioca a calcio bisogna pensare a quello e nel primo tempo è stato difficile. Hanno capito i tasti da toccare anche per l’arbitro, ma per me il calcio è un’altra cosa. Il primo tempo l’abbiamo un po’ patito per quello. Non abbiamo fatto una brutta partita. Abbiamo fatto il nostro, non mi sento di dire che la squadra abbia giocato male ma il risultato è bugiardo. Il gol allo scadere ci punisce un po’ troppo. È mancata un po’ di freschezza mentale. Il secondo e terzo gol non mi sentivo di poterli prendere, per me era una partita equilibrata. Per me era una partita sotto controllo. C’è da lavorare, riguarderemo gli errori, ma mi sentivo con la partita sotto controllo. Sarei bugiardo a dire altro».

GIOVANI «Le presenze ti aiutano, così come commettere errori. Frabotta? È vero che ha preso un’ammonizione su un fallo che non era neanche un fallo. Ci sono stati due interventi dove lui ha tolto il piede, per fortuna, sennò loro di nuovo andavano giù ad urlare. Fino all’ammonizione era il migliore in campo in assoluto ma era difficile anche andare in contrasto perché poteva succedere qualsiasi cosa. I giovani vanno aiutati costantemente, gli va detto “bravo, così va bene”. Loro così acquistano fiducia. Così arriveranno il prima possibile ad avere una gestione loro della partita. Quando ero giovane ero peggio di loro, facevo fatica. Bisogna star dietro ad ogni intervento».

CARRARESE – «Calcisticamente la differenza si è vista molto meno, a parole di più».

INFORTUNIO «L’assenza l’ho vissuta male perché erano tante partite ravvicinate e ho saltato 5 gare. Mi faceva male non poter dare una mano. Hanno fatto bene, ma mi dava fastidio non poterli aiutare. Mi è dispiaciuto».

CLASSIFICA – «Dispiace una classifica del genere, questa squadra ha ottenuto molti punti in meno. Dispiace per i ragazzi più che per la partita in sé».

Condividi