Allegri: «Loro sono abituati a questo tipo di partite. Fiducioso per il ritorno» – VIDEO

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match di Champions League tra bianconeri ed Atletico Madrid

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky al termine dell’andata dell’ottavo di finale di Champions League tra bianconeri ed Atletico Madrid. Il tecnico livornese ha commentato la prestazione della squadra.

LA PARTITA – «Il secondo tempo è stato brutto perché gli siamo andati dietro e loro son bravi a far scivolare le partite senza subire tiri. Abbiamo già rischiato con Diego Costa in contropiede. Loro riescono a rimanere nella partita con cattiveria anche se la partita non ha sussulti. Nel secondo tempo 0 tiri in porta ma sono stati aggressivi sulle palle inattive. Al ritorno abbiamo le possibilità di ribaltarla, è inutile piangersi addosso…recupereremo anche giocatori».

COSA NON HA FUNZIONATO – «Hanno inciso molte cose, può capitare. Ci sarà molta delusione ma capita spesso che una squadra perde la prima e la ribalta alla seconda. Non sarà facile ma sono fiducioso. Non si può fare peggio del secondo tempo. Contro di loro bisogna essere veloci e precisi perchè non trovi spazi. Nel secondo tempo abbiamo rallentato molto e spesso siamo arrivati lì per poi tornare indietro. Sul 2-0 abbiamo perso l’ordine e abbiamo rischiato il 3-0 e questo non va bene. Non siamo morti dopo il 3-0 contro il Real e non siamo morti neanche ora. Le partite possono cambiare ma dobbiamo mantenere sempre ordine e testa…oggi non è capitato».

SQUADRA POCO PROPOSITIVA – «Ci siamo adeguati a loro con ritmo blando senza verticalizzare mai e abbiamo anche difeso male, lì loro sono stati cattivi e noi nel secondo tempo non abbastanza. Loro fanno queste partite da 8 anni e non siamo stati capaci tenergli testa: giocano questo tipo di partite, difficilmente fanno gol su azioni ragionate ma ti saltano addosso tirandola su o in palle inattive. Sono abituati a giocare così, noi no».

IL RITORNO – «Devo vedere che uomini avrò a disposizione al ritorno ma bisogna essere fiduciosi. Il campionato ci aiuterà a preparare la partita di ritorno. Con loro ci va precisione e velocità. Dovremo essere più cattivi».