Allegri e la difesa del Napoli: «Il professore era Albiol»

Iscriviti
raul albiol
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri analizza la difesa del Napoli, cercando di comprenderne i meccanismi. Le parole dell’ex tecnico della Juve

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Massimiliano Allegri ha analizzato varie tematiche del mondo del calcio, tra cui la difesa del Napoli.

DIFESA DEL NAPOLI «Faccio un esempio. Koulibaly, Manolas e Albiol, tre grandi giocatori allenati da un tecnico, Ancelotti che stimo moltissimo. Il professore lì in mezzo era Albiol, per caratteristiche tecniche, cioè per letture di situazioni, per capacità di intuire il progresso delle azioni. Koulibaly è eccezionale fisicamente, meno sotto l’altro aspetto. Manolas è bravissimo sull’uomo, meno ancora propenso di Koulibaly all’idea collettiva. Voglio dire che il calcio secondo me è capire questo, le singole doti applicate alle situazioni singole. Non uno schema fine a se stesso. Un uomo che si integra e si completa con un altro fino a fare un reparto. Questo non te lo dice un numero, un tablet o un algoritmo. O lo senti da solo o non capirai mai la partita. Per questo sono convinto che l’allenatore si riconosca solo il giorno della partita».

Condividi