Connettiti con noi

News

Allegri Juve, il 4-2-3-1 è solo l’ultima “Allegrata”: tutte le sue intuizioni in bianconero e le svolte tattiche

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Allegri Juve: contro la Salernitana la possibile svolta con il passaggio al 4-2-3-1. Tutte le “Allegrate” in bianconero

Il 30 novembre 2021 potrebbe in futuro aggiungersi alle date che hanno segnato una decisa svolta per la Juventus di Massimiliano Allegri. Nei suoi anni in bianconero il tecnico ha infatti abituato a cambi di modulo e novità tattiche spesso coincise con svolte decisive dal punto di vista dei risultati. Il 4-2-3-1 di Salerno potrebbe così diventare l’ultima “Allegrata”: ecco tutte le svolte di Allegri dal suo primo ciclo alla Juve fino a ieri.

Dal 4-3-1-2 e il 3-5-2 “ibrido” con Emre Can al 4-2-3-1: tutte le svolte di Allegri

Nel corso degli anni Allegri ha sempre fatto di necessità virtù, mettendo spesso in pratica il suo pragmatismo e rimodellando diverse Juventus in base agli uomini a disposizione. Dopo aver ereditato il 3-5-2 di Conte, il 4 novembre 2014 l’allenatore bianconero è passato al 4-3-1-2, contro l’Olympiacos in Champions League: Arturo Vidal trequartista, con il trio MarchisioPirloPogba a centrocampo. L’anno seguente, il 21 novembre 2015, Allegri cambia ancora e per ritrovare la solidità persa ad inizio stagione ritorna al 3-5-2 con la BBC (BarzagliBonucciChiellini) e Alex Sandro e Lichtsteiner sulle fasce.

Un’altra importante svolta tattica risale al 22 gennaio 2017: contro la Lazio il tecnico della Juventus schiera a sorpresa il 4-2-3-1 con Cuadrado, Dybala e Mandzukic esterno a sinistra dietro a Higuain. Quella Juve è arrivata fino alla finale di Champions League di Cardiff, persa contro il Real Madrid di Cristiano Ronaldo. Proprio con l’avvento del portoghese, in una delle sue migliori notti in bianconero, è arrivata un’altra “Allegrata”. Il 12 marzo 2019 la Juventus è chiamata a rimontare il 2-0 dell’andata degli ottavi contro l’Atletico Madrid: Allegri schiera un 3-5-2 “ibrido” con Emre Can terzo centrale difensivo in fase di possesso palla. I due esterni, Spinazzola e Bernardeschi, sono tra i migliori in campo e CR7 trascina i bianconeri con un’indimenticabile tripletta. Il 30 novembre 2021 e il 4-2-3-1 di Salerno la prossima svolta? Staremo a vedere.