Anche la Fifa avvisa l’Uefa: «Var? Una questione di rispetto»

infantino
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo Andrea Agnelli, anche Gianni Infantino sostiene l’importanza dell’introduzione del Var in Champions League

Ancora una volta, dopo ieri sera, un errore arbitrale compromette la Champions League della Juventus. Negli ultimi anni, in Europa, i bianconeri hanno dovuto fare i conti con delle decisioni che, quasi sempre, gli si sono rivolte contro. Dal fallo su Pogba a Berlino fino al doppio confronto conclusosi ieri, passando per l’ottavo finale di Monaco. La Juventus vuol dare adesso un taglio netto a tutto questo, introducendo anche in Champions il Var. Anche Gianni Infantino, presidente della Fifa, la pensa come Andrea Agnelli. Queste le sue parole.

«Sostenere risultati più equi è una questione di rispetto verso i professionisti del mondo del calcio ma anche verso i milioni di tifosi, che sono il cuore del gioco. Il calcio ha fatto un enorme passo avanti introducendo il Var. E non lo dico solo come dirigente che ha sostenuto a lungo questa iniziativa, ma lo dico soprattutto come tifoso. Mi preoccupo troppo del gioco per accettare che esso venga influenzato da errori decisivi che possono essere evitati. Per quasi due anni l’Università di Lovanio ha analizzato i risultati del Var. Il tasso di precisione è dell’98,9% e nel 5% dei casi sono stati corretti errori chiari. Per l’arbitraggio la componente oggettiva è importante, per questo dovremmo sempre affidarci al giudizio umano, che però può fallire, soprattutto quando è sotto pressione. Abbiamo il dovere di fornire agli arbitri gli strumenti di cui hanno bisogno per aiutarli a prendere le decisioni nel modo più accurato possibile».

Articolo precedente
Lippi compie 70 anni, gli auguri della Juventus (FOTO)
Prossimo articolo
Buffon sull’arbitro: «Ha dimostrato di essere un animale» – VIDEO