Bernardeschi tra Lazio e Sporting: «Che emozione l’inno Champions»

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

Bernardeschi mette nel mirino le sfide contro Lazio e Sporting: a Bergamo il primo gol in maglia bianconera, adesso vuole ripetersi

Federico Bernardeschi è pronto a ricominciare da dove aveva lasciato. Terminati gli impegni delle Nazionali, la Juventus sarà attesa da tre giorni decisivi fra campionato di Serie A e Champions League. Incombono le sfide contro la Lazio e lo Sporting Lisbona e il centrocampista della Vecchia Signora vuole proseguire l’onda positiva dopo il gol e l’assist in Atalanta-Juventus. Quest’oggi l’ex Fiorentina è stato intervistato dal canale ufficiale bianconero Juventus TV, parlando dei tre big match di Serie A nel prossimo week-end: «Ci saranno sfide tra grandi squadre e sarà un turno molto importante. Sappiamo che la Lazio è forte, arriva da una bella stagione e ha grandi obiettivi. E’ partita molto bene anche quest’anno, ma siamo pronti per questa bella battaglia».

“Forever trust in who you are and nothing else matters …” +3 #finoallafine #grandesquadra ⚪️⚫️ @juventus

Un post condiviso da Federico Bernardeschi (@fbernardeschi) in data:

Prosegue ancora Bernardeschi, evidentemente soddisfatto della sua fase di crescita sotto i consigli di mister Allegri: «Ho ancora tanta strada da fare e devo accumulare esperienza, ma sono molto contento perché ogni giorno va sempre meglio. Amo giocare a calcio e questo indipendentemente dalla posizione in cui vengo schierato. Vivo la partita momento per momento e faccio quello che mi riesce meglio con il pallone». Dopo la Lazio, arriva lo Sporting, in una gara già fondamentale per il passaggio del turno in Champions League: «Ha ragione Allegri, dalla sfida contro i portoghesi passa buona parte della nostra qualificazione agli ottavi di finale. Sarà molto bello disputare queste gare e poi la Champions ti trasmette sempre qualcosa di straordinario, già a partire dall’inno».

Articolo precedente
gianluca vialli ravanelliRavanelli consiglia: «Juve, prendi Milinkovic-Savic dalla Lazio!»
Prossimo articolo
nani lazioNani e il retroscena di mercato: «Poteva essere della Juventus»