Connettiti con noi

Hanno Detto

Bonatti: «Miretti e Soulé da prima squadra, ma serve equilibrio»

Pubblicato

su

Bonatti, ex allenatore della Juve Primavera, è intervenuto come ospite a Sporitalia. Tutte le dichiarazioni del tecnico

Andrea Bonatti è intervenuto come ospite a Sportitalia.

Le parole dell’ex allenatore della Juve Primavera.

MESSAGGIO AD ALLEGRI – «Io credo che per la struttura societaria hanno ben chiari gli obiettivi di tornare ad esere competitivi per lottare per scudetto. L’allenatore sa come si vince, sia con la Juve che col Milan ha dimostrato di avere qualità giuste. Non credo si debba preoccupare più di tanto. Penso che la Juventus possa raggiungere gli obiettivi prefissati».

MERCATO – «In modo molto sincero, è tutta una questione di adattamento. Quando le condizioni sono chiare, tutte le componenti devono agire per dare contributo e raggiungere l’obiettivo. Può darsi che i giovani dal punto di vistsa tecnico possono esssere non pronti e gli si può dare più minutaggio in certi momenti della stagione. Con giusto equilibrio si possono garantire il risultato sportivo e i conti in ordine».

GIOCATORI PRONTI PER LA PRIMA SQUADRA – «Il passaggio diretto dalla primavera alla prima squadra è complicato. Miretti ha sempre dimostrato di essere un grande talento già nelle giovanili, anche Soulé lo è. Da qui a dire che possono essere grandi protagonisti ce ne passa tanta e passa tanto dalla loro capacità di essere in equilinrio. Non si può dire dall’oggi a domani che possono essere pronti. Gli deve essere dato tempo per fare errori».

LUKAKU CON DYBALA ALL’INTER – «Penso possa essere un po’ complicato, l’equilibrio va garantito per permettergli di arrivare in buone condizioni davanti con qualità. Con la competitività del in campionato e il voler essere protagonisti in Champions, serve gruppo qualittativo numeroso. La coesione è difficile, ci sono anche mezzali propositive. Simone (Inzaghi ndr) sono anni che gioca col 3-5-2, sono convinto può trovare una soluzione».