Connettiti con noi

News

Bonucci e Chiellini, l’Italia chiamò: gli azzurri si affidano alla loro esperienza

Pubblicato

su

Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini guidano l’Italia in Euro 2020. La Nazionale di Mancini si appoggia alla loro esperienza

L’entusiasmo degli azzurri in Euro 2020 è ancor più alto dopo l’esordio contro la Turchia. Una prestazione più che buona, ottime prove dei singoli – su tutti Chiellini, Spinazzola, Berardi, Immobile e Insigne – e tre gol, arrivati a mettere subito in chiaro le ambizioni azzurre nel girone. Tra le tante buone notizie, Mancini può sicuramente sorridere per la prestazione difensiva. L’avversario, è vero, non era il massimo della pericolosità, ma il reparto arretrato azzurro ha dimostrato solidità e quando chiamato in causa, si è fatto trovare pronto. Un aspetto fondamentale, considerando che i giocatori con più esperienza tra quelli a disposizione di Mancini sono proprio Chiellini e Bonucci. A loro è affidato non solo il compito di guidare la difesa ma anche di indirizzare la squadra verso un percorso che tutti sperano sia vincente.

Veterani a disposizione della Giovine Italia

Una Nazionale giovane piena di giocatori alla prima grande competizione. L’Italia si pone a metà per età media dei suoi calciatori: 27.7 anni. Quello che stupisce, però, è che rispetto ad altre Nazionali, quella azzurra ha tanti giocatori che non hanno molta esperienza in campo europeo. Diventa allora ancora più importante la figura dei veterani, veri e propri uomini spogliatoio chiamati a guidare la squadra in campo e non solo.

Su tutti, l’Italia si affida al suo capitano, Giorgio Chiellini, al quarto Europeo in carriera. Il suo fondamentale apporto si è visto più che mai nell’esordio contro la Turchia: una prestazione da applausi, quasi commovente, per tutti e per chi lo vive da vicino, come Gianluca Vialli, un po’ di più.

Importantissimo nel gruppo azzurro anche Leonardo Bonucci, che di Europei ne ha giocati tre: 2012, 2016 e 2020, disputando praticamente tutte le gare, tranne gli ottavi del 2012. L’esperienza del difensore, vicecapitano del gruppo, va a completare quella del compagno e collega di reparto Chiellini. Un duo che strappa di continuo applausi e complimenti da parte dei tifosi, dei compagni e di chi li conosce bene.

Gli attestati di stima

«Chiellini-Bonucci? Sono un grande muro, anche se Giorgio arriva da un infortunio importante. Hanno una grandissima esperienza, sono una coppia di grande livello» ha dichiarato Claudio Marchisio.

Complimenti anche da parte di Mimmo Criscito, difensore come loro: «Giocano da tanto insieme, si conoscono a memoria. Sono giocatori fantastici, hanno tantissime partite alla Juve. Sono importanti per l’esperienza che hanno e per come aiutano i giovani.  Un ragazzo giovane che ascolta un consiglio di Chiellini, cerca di metterlo in pratica. Avendo loro alle spalle, tutti si sentono più al sicuro».

Parole di stima e apprezzamento anche da Beppe Bergomi: «Paragoni con il passato? Anche se i tifosi si infiammeranno: dico Bonucci-Franco Baresi, nella tradizione del libero all’italiana e Chiellini-Materazzi: due mancini, due guerrieri».