Buffon da campione: «Mi incoraggiava sempre quando sbagliavo…»

buffon
© foto www.imagephotoagency.it

Buffon da campione: la testimonianza di come si comportava il portiere della Juve durante gli allenamenti. Le dichiarazioni

Che dire, quando un giovane portiere di 16 anni si presenta al campo di allenamento della prima squadra e si trova davanti un monumento del calibro di Gianluigi Buffon. È quello che è successo ad Alessandro Busti, giovane numero uno classe 2000 che nell’arco della sua esperienza alla Juve ha avuto la possibilità di allenarsi con i grandi. E il ricordo che ha di quei momenti è indimenticabile… LEGGI L’INTERVISTA ESCLUSIVA INTEGRALE

«Mi ricorderò sempre il mio primo allenamento. Avevo 16 anni ed ero entrato in campo prima di tutti, quando ho visto arrivare Buffon, Neto e Audero. Allenarmi con loro è stato incredibile: mi davano dei consigli su come muovermi in porta, su come prendere posizione. ‘Non ti preoccupare, stai tranquillo’ mi dicevano se sbagliavo: non è facile per un ragazzino salire in prima squadra. Mi incoraggiavano, e io avevo tanta voglia di dimostrare».