Calciomercato Juve, doppio dribbling sul centravanti: Pirlo ha una soluzione

Iscriviti
© foto Andrea Pirlo

Ultima settimana della finestra invernale del calciomercato. Paratici e Pirlo dribblano l’argomento centravanti: da Scamacca alla soluzione Kulusevski, la situazione in casa Juve

La Juventus ai gode la vittoria casalinga contro il Bologna, che fa il paio con il trionfo della scorsa settimana in Supercoppa contro il Napoli. La squadra di Andrea Pirlo ha approfittato nel migliore dei modi della frenata di Milan e Inter, accorciando il gap in classifica dalle rivali milanesi. Cristiano Ronaldo e compagni guardano con più ottimismo alla rincorsa scudetto, con Arthur e McKennie sugli scudi nel lunch match di ieri al cospetto dei felsinei di Mihajlovic. Il brasiliano ex Barcellona sta crescendo in condizione e fiducia, mentre il frizzante statunitense è ormai una certezza per Pirlo dopo l’arrivo in sordina l’ultima estate a Torino.

Il centrocampo bianconero adesso convince, con gli uomini mercato della Continassa che almeno per il momento non si muoveranno per cercare nuovi tasselli in mediana. Il ‘sogno’ Pogba o un nuovo assalto per Locatelli, sono delle operazioni rimandate eventualmente al prossimo giugno. La dirigenza campione d’Italia farà le sue valutazioni su come e se rinforzare la metà campo a disposizione di Pirlo. Intanto Paratici e Cherubini monitorato con attenzione le piste del calciomercato, soprattutto per quanto concerne la casella di quarta punta nello scacchiere del tecnico bresciano. Il CFO bianconero, al pari dell’ex regista, ha dribblato l’argomento nel pre-gara della sfida con il Bologna, allontanando i vari rumors sulla necessità della Juve di reperire un nuovo attaccante al fianco di Ronaldo, Morata e Dybala.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, Dzeko fuori rosa? L’occasione di gennaio

Calciomercato Juve, Scamacca resta nel mirino: la situazione

Scamacca

Pirlo ha confermato nel post-partita: «Non siamo alla ricerca di un altro attaccante. Restiamo alla finestra, ma non è una priorità. Sappiamo che il mercato è fatto di opportunità, ma in qualsiasi caso non cambierà l’equilibrio della nostra squadra. Non è che ci sia tanto in giro…. Magari sarà un’operazione last minute. Non abbiamo l’obbligo: se ci sarà l’opportunità bene, altrimenti siamo contenti di quello che abbiamo», l’analisi del mister della ‘Vecchia Signora’ sul possibile arrivo di un nuovo centravanti sotto la Mole. Un nuovo puntello offensivo servirebbe eccome però alla Juventus, che nella prossima trasferta di Genova contro la Sampdoria avrà a disposizione solamente CR7 e Morata considerando la squalifica di Kulusevski e un Dybala ancora lontano dal rientro.

Il mercato però, come sottolineato dallo stesso Pirlo, non offre tante possibilità, con Paratici che rimane in pressing su Scamacca. Profilo giovane e dall’ingaggio contenuto, l’attuale attaccante del Genoa piace già dalla scorsa estate alla dirigenza della Continassa. Il Sassuolo però continua a non far sconti, chiedendo garanzie sull’obbligo di riscatto del nazionale Under 21 e una cifra superiore ai 20 milioni di euro. C’è l’ostacolo sul prezzo e la formula, visto che la Juve vorrebbe inserire l’opzione di riscatto e non l’obbligo, valutando poi nei prossimi mesi la permanenza del giocatore a Torino. Gli uffici con il Sassuolo e l’Ad Carnevali sono buoni, ma non sarà facile trovare una quadra prima del gong della finestra invernale fissato al prossimo lunedì. 

Juve, Pirlo ha la soluzione in casa: Kulusevski nelle rotazioni in attacco

Kulusevski

Si sono concretamente raffreddate le opzioni Llorente e PavolettiGiroud invece difficilmente si muoverà da Londra nonostante il contratto in scadenza il 30 giugno con il Chelsea. Pellè, proposto ai bianconeri, non ha mai scaldato finora l’interesse di Paratici e soci, mentre Dzeko – ai ferri corti con Fonseca alla Roma e ad un passo dalla Juve a settembre – non rientra adesso nei radar del dirigente piacentino.

La sorpresa potrebbe quindi arrivare dall’estero (piace il baby del Bayern Monaco Zirkzee), o altrimenti la conferma a tutti gli effetti di Kulusevski come punta nelle rotazioni di Andrea Pirlo. Una soluzione che lo stesso allenatore non ha scartato, analizzando le caratteristiche dello svedese e applaudendo la sua duttilità in campo. Intanto, soprattutto in ottica Under 23, la ‘Vecchia Signora’ è pronta a chiudere con il Marsiglia per la cessione di Tongya nello scambio con l’esterno offensivo Akè. Qualcosa si muove, in attesa del colpo in attacco che potrebbe anche slittare alla prossima estate.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juve, «Pirlo aveva fatto il suo nome alla dirigenza». Retroscena

Condividi