Capello: «Dissi “mai alla Juve”, ma poi cambiai idea…»

capello
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex tecnico di Roma e Juventus parla in un’intervista a tutto tondo tirando in ballo i suoi trascorsi giallorossi bianconeri. Le parole di Fabio Capello

Intervistato da Il Corriere dello Sport, Fabio Capello ha fatto luce sul suo passaggio nell’estate del 2004 dalla Roma alla Juventus e su quel “mai alla Juve” pronunciato poco tempo prima. Poi i complimenti a Massimiliano ad Allegri. E su Sarri… Le sue parole.

DA ROMA A TORINO – «“Mai alla Juve?” Lo dissi, lo dissi, ma uno o due anni prima. In seguito le cose cambiarono. Cin- que anni ho resistito a Roma: l’ultima stagione fu davvero complicata, mi resi conto che non avevo più nulla da dare e da dire, tornavo a casa scontento e quando ti porti addosso il peso del lavoro e lo vivi con poca gioia devi avere la forza di staccare. Tosatti mi telefonò e mi chiese se la Juve avrebbe potuto interessarmi, gli risposi parliamone».

ALLEGRI – «Sente sulla pelle la partita, la legge bene e sa cambiare le cose in corsa. Credo mi somigli più di altri. E poi fa i numeri. An- che Di Francesco è bravo, ma se posso permettermi gli suggerisco di non fer- marsi a una sola idea tattica».

SARRI – «Divertente, non mi è piaciuto il suo disimpegno nelle coppe, non l’ho proprio capito. Ho trovato molto interessante il lavoro che ha fatto sulla difesa e le tre punte basse, Mertens centravanti una bella invenzione».

Articolo precedente
higuainJuve, una poltrona per tre: Higuain, Morata o Icardi? La situazione
Prossimo articolo
khediraGermania, Khedira silurato: Löw rinuncia al bianconero contro la Svezia