Carboni e quell’aneddoto su Ronaldo: «Facemmo un’offerta allo United»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Amedeo Carboni ha parlato del match della Juve con il Barcellona, di Morata, ma anche di un’aneddoto di mercato su Cristiano Ronaldo

Amedeo Carboni è intervenuto ai microfoni di TMW per parlare di Juve, ma anche di un interessante aneddoto di mercato su Cristiano Ronaldo. Le parole dell’ex difensore.

BARCELLONA – «Non ci si aspettava una Juventus in quel modo contro il Barcellona, e ci siamo tutti posti il dubbio, ma secondo me sono sia demeriti della Juve che meriti del Barca. Non mi è sembrato che la situazione societaria abbia influenzato i giocatori, anche se il tema Messi rimane quello principale. Koeman è stato un ex giocatore importante, ha molta esperienza e credo saprà gestirlo».

MORATA – «Lui è sempre stato uno di talento, penso sia cresciuto anche a livello di carattere. Si è visto importante fin dall’inizio in questa Juventus, lo vedo reattivo e molto migliorato. Credo che la parentesi Atletico Madrid gli abbia fatto bene: il Cholo Simeone non è un allenatore che si accontenta di poco, e questo l’ha fatto tornare con maggior carattere ed esperienza. Oggi è il più titolare che ci sia».

RONALDO AL VALENCIA – «Con l’aiuto di vari sponsor tra cui Nike e Coca Cola arrivammo a fare un’offerta al Manchester United. C’era il placet del suo procuratore Mendes, perché lui cercava stimoli nuovi dopo situazioni non felici tra cui un fuoco che gli appicciarono davanti casa. A quel tempo il Valencia era la squadra boom: facemmo vari incontri e c’era una buona possibilità di averlo a Valencia. Poi il signor Ferguson si è accorto che aveva dovuto fare qualcosa in più, e quando mi fecero vedere il contratto che gli avevano proposto era differente…».

LEGGI ANCHE: Buffon leggendario: l’ennesima statistica che lo consacra. Il dato

Condividi