Corentin Tolisso, l’uomo giusto per la Juve

tolisso
© foto www.imagephotoagency.it

Il forte centrocampista del Lione arriverà a giugno alla corte di Madama magari immettendo nella trattativa Mario Lemina

La Juventus vuole fortissimamente Tolisso, è lui l’obiettivo numero uno per il centrocampo che i dirigenti juventini hanno individuato come primo rinforzo per la prossima campagna estiva. La valutazione da parte del Lione è decisamente alta, 40 milioni più qualche bonus, per un computo totale intorno ai 44-45 milioni, soldo più o soldo meno, ma il profilo del centrocampista appare perfetto per dare una sferzata di energia, tecnica e fisicità alla mediana bianconera. Corentin Tolisso, 23 anni il prossimo 3 agosto, sfoggia centimetri e chili e due piedi educati, oltre ad una buona esperienza a livello internazionale con il suo club, dinamico con visione di gioco, lottatore indomito, può essere definito un interprete alla Vidal, anche se deve ancora crescere e maturare. Ma le qualità ci sono tutte, altrochè. E il trasferimento alla Juventus può fargli fare quel salto di qualità ulteriore che Marotta e Paratici auspicano.

L’uomo di punta del Lione, un anno fa, rifiutò esplicitamente di andare a giocare nel Napoli, da mesi la Juve lo ha individuato come punto di partenza per una sterzata decisa nella zona nevralgica di campo. Il suo costo non è certamente a buon mercato, ma non appare un problema a Torino, da settimane, ormai, Corentin Tolisso è un pensiero fisso nelle strategie dei vertici societari della Vecchia Signora, che stanno lavorando alacremente per individuare la formula migliore, al fine di persuadere i francesi alla cessione. E Aulas, presidentissimo del Lione ormai si è convinto, le mani della Juve si allungano sul giocatore, tanto che, qualche settimana fa, il numero uno del club transalpino si è lasciato andare a dichiarazioni lucide e inequivocabili:

«Nell’ultimo anno non abbiamo fatto cessioni. Abbiamo ricevuto un’offerta importante per Tolisso, ma alla fine non se n’è fatto niente. Ora il discorso è diverso, credo che ci saranno vendite molto significative entro il 30 giugno».

Insomma, il mercato percorre vie infinite e spesso repentine, nulla si può mai dare per certo, ma se non si verificheranno sconquassi epocali, la Juventus otterrà Tolisso e il Lione non opporrà resistenza, chiaro che il prezzo deve essere quello giusto. E proprio su questo concetto si innesta un’ulteriore scenario che potrebbe sparigliare le carte, una contropartita di peso per abbassare la richiesta in cash da parte del Lione. La soluzione la Juve la ha in casa e può essere Mario Lemina. Il franco-gabonese era atteso alla consacrazione definitiva in maglia bianconera in questa stagione, ma il suo rendimento non è stato, per così dire eccellente o almeno si è rivelato al di sotto dei valori attesi. Lemina potrebbe cambiare maglia, ha ricevuto alcune richieste (Lipsia e Leicester), ma soprattutto piace molto a Jean-Michel Aulas e ai suoi dirigenti, e proprio lui potrebbe rappresentare una contropartita di livello, atto ad abbassare il prezzo e la quotazione che i francesi hanno comunicato per Tolisso. La Juventus valuta Lemina sui 20 milioni, proverà ad inserirlo nella trattativa, tutto ciò significherebbe ottenere un calciatore inseguito, graditissimo e ritenuto acquisto fondamentale e di qualità, e al tempo stesso trovare una collocazione ad un interprete che trova poco spazio tra le scelte di Mister Allegri. Una vera e propria chance che la Juve può giocarsi per portare il lionese alla corte bianconera. A prescindere dall’inclusione o meno di Lemina, a Torino la scelta è stata fatta. Corentin Tolisso, è il primo obiettivo in arrivo per il prossimo anno, e con tutta probabilità, sarà lui il manovratore della mediana nella nuova Juventus che i dirigenti bianconeri stanno costruendo.

 

Articolo precedente
marco tardelliMarco Tardelli: «Vittoria dell’Heysel? Non la riconosco»
Prossimo articolo
buffon casillasBuffon: «Inter? Difficile stimare chi solleva polemiche sul nulla»