Cristiano Ronaldo verso Juve-Barcellona: cosa dice il regolamento UEFA

juve lione
© foto www.imagephotoagency.it

Cristiano Ronaldo verso Juve Barcellona: cosa dice il regolamento UEFA e quali sensazioni filtrano verso il big match di Champions

Consueta capillare ricostruzione del “caso Cristiano Ronaldo” da parte de La Gazzetta dello Sport questa mattina. Ci si interroga su quanto CR7 dovrà aspettare prima di rientrare in campo

La legge portoghese prevede una quarantena di 14 giorni, quella italiana dà la possibilità di tornare all’attività regolare dopo 10 con tampone negativo. Improbabile che CR7 sia in Italia prima dell’ultimo weekend di ottobre, quello di Juventus-Verona (in Italia il rientro è consentito solo con test negativo, invece i compagni di nazionale Anthony Lopez e José Fonte dopo la positività di qualche giorno fa sono volati in Francia, dove giocano, per la quarantena), anche se si sottoporrà al test più volte, nella speranza di riscontrare una negatività. 

L’attenzione però è alta per Juve-Barcellona, perché il protocollo Uefa prevede per i positivi la necessità di inviare 7 giorni prima di una partita all’Uefa Protocol Advisory Panel un documento che attesti la negatività. Ronaldo salterà di sicuro la trasferta di Crotone (sabato) e il debutto in Champions a Kiev con la Dinamo (20 ottobre) e per giocare contro Messi dovrebbe risultare negativo (e trasmettere adeguata documentazione) entro il 21 ottobre. I precedenti in casa bianconera non spingono all’ottimismo, visto che Dybala è stato positivo per 46 giorni. 

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo positivo al Covid: gli ultimi aggiornamenti sul portoghese

Condividi