Cristiano Ronaldo ammette: «La Juve mi voleva ma poi…»

ronaldo
© foto www.imagephotoagency.it

Il neo Pallone d’Oro racconta un paio di retroscena relativi al suo trasferimento dallo Sporting Lisbona al Manchester United. Su Cristiano Ronaldo c’era anche la Juventus ma poi qualcosa andò storto

Questa non è la solita indiscrezione saltata fuori da chissà dove. Qui parliamo della testimonianza rilasciata dal diretto interessato, proprio lui, Cristiano Ronaldo. Qualche settimana dopo aver ricevuto il suo quinto Pallone d’Oro, l’asso portoghese ha parlato del trasferimento che ha lanciato la sua carriera: quello dallo Sporting Lisbona al Manchester United di Ferguson. Un passaggio non scontato ma fortemente voluto dal suo procuratore Mendes. Ma su CR7, contemporaneamente a quello dei Red Devils, c’era il fortissimo interessamento della Juventus. Qualcosa, però, spinse Ronaldo a dire di no… Ecco le parole rilasciate dalla stella del Real Madrid a Sky Sport nella persona, indovinate un po’, di Alessandro Del Piero.

«Bisogna essere onesti, perché lo sanno tutti. Quando avevo 17 anni, e ho cominciato a giocare per lo Sporting Lisbona, molti club erano interessati a me. Ma l’uomo chiave è sempre stato lui, Mendes. Mi ha sempre dato la giusta direzione. Certo, mi ricordo c’era anche della Juventus, ed ero felice, perché è un club straordinario. Però si parlava anche del Real Madrid, del Manchester e di molti altri club. Ma il club che mi offriva condizioni migliori era il Manchester United, era il mio sogno perché da quando ero bambino desideravo giocare in Premier League. Mi piaceva molto di più rispetto alla Serie A. Lo United mi ha dato questa opportunità grazie soprattutto a Ferguson anche se ovviamente anche Mendes mi ha aiutato ad arrivare lì».