De Sciglio dopo il gol: «Non sapevo come esultare…»

de sciglio
© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino bianconero contro il Crotone ha messo ha segno la sua prima rete in carriera da professionista. De Sciglio ora è pronto a prendersi la Juventus

L’ha fatto brutto Mattia De Sciglio che, per il suo primo gol in Serie A, ha scelto un missile terra aria da stropicciarsi gli occhi. Così, a soli tre minuti dal suo ingresso in campo, dopo l’infortunio di Lichtsteiner, l’ex Milan ha scelto il modo migliore per scollarsi di dosso le scorie di un complicato avvio di stagione. Osannato da tutto lo Stadium e da tutti i compagni (persino Buffon che si è fatto 70 metri di corsa per andare ad abbracciarlo), Mattia De Sciglio ha confermato di essere un ragazzo che sa farsi voler bene. E, da oggi, anche una soluzione valida per la corsia destra della Juventus. E se poi continua a fare gol del genere… Ecco le sue parole, subito dopo il match, rilasciate ai microfoni di Premium Sport.

GOL – «Finalmente è arrivato. È stata sicuramente una bella emozione: non sapevo neanche come esultare, mi sono ritrovato tutti i compagni addosso, compreso Buffon che ha attraversato tutto il campo per festeggiarmi. L’abbraccio di Gigi ha reso la serata ancora più speciale. Adesso dovrò pagare la cena a tutta la squadra».

RUOLO – «Io sulla fascia destra in un centrocampo a cinque? In fase di possesso devo stare un po’ più alto e tornare in fase difensiva per mantenere la squadra compatta. Ma non cambia molto, avevo già giocato in quella posizione».

CRITICHE – «Dicono che ho poca personalità? Probabilmente è perché ho la faccia pulita, magari la cicatrice che mi sono fatto due anni fa non è bastata. In ogni caso ho iniziato a lavorare su di me anche fuori dal campo, dando sempre il massimo in allenamento».