Di Biagio: «Complimenti ai miei ragazzi, contro la Juve non puoi sbagliare» – VIDEO

Luigi Di Biagio, allenatore della Spal, ha parlato al termine del match del Mazza tra i ferraresi e la capolista Juventus

Luigi Di Biagio, allenatore della Spal, ha parlato in zona mista al termine del match del Mazza tra ferraresi e Juventus. Il tecnico spallino ha commentato la prestazione dei suoi uomini, autori di una buona gara nonostante la sconfitta.

LA GARA «Non parlo della Juventus perché mi riguarda la Spal ma sembrava impossibile che la Spal fosse ultima in classifica. Oggi i ragazzi lo hanno dimostrato, complimenti a loro. Se nelle prossime gare avranno lo stesso atteggiamento potremo toglierci delle soddisfazioni che oggi sembrano difficili ma che sono a portata di mano. I ragazzi non devono guardare la classifica. Questa squadra sa giocare a calcio, noi dobbiamo sfruttare la velocità e i fraseggi brevi per poter sopperire all’attacco solitario di Petagna. Giocando a calcio e non abbassando l’intensità potremmo migliorare le cose. È una partita difficile da commentare perché ad un certo punto rischiavamo di soccombere ma siamo riusciti benissimo fisicamente e mentalmente. Dovremmo concludere di più perché nonostante sia la Juve abbiamo comunque concluso 4-5 volte nella loro porta ma dovremmo farlo di più In difesa bisogna migliorare, quando chiedi ai difensori di essere corti si rischia anche di prendere gol».

Il tecnico spallino ha poi parlato a Sky Sport.

LA GARA«Complimenti ai miei ragazzi perché hanno fatto tutto quello che avevo chiesto. Coraggio, linee strette e fraseggi. Contro la Juventus non puoi sbagliare neanche un minuto e nel secondo tempo ci siamo un po’ allungati ma non posso rimproverare niente ai miei ragazzi. Ho visto una squadra viva che ha voglia di giocare e che non sembra abbia i punti che ha. Non posso non essere contento anche se abbiamo bisogno di punti, di una vittoria. Speravo che oggi dal punto di vista dei punti potessimo far di più ma non potevo chiedere di più».

LAVORO«Il primo gol che subiamo è perché vogliamo essere corti col centrocampo. Era un rischio, sapevamo che poteva succedere. La lettura doveva essere più veloce da parte di qualche giocatore. Nel secondo siamo usciti troppo facilmente, dobbiamo essere un po’ più stretti. Sono dettagli importanti, dobbiamo rimanere ordinati e compatti soprattutto con squadre di questo calibro».

CENTROCAMPO«Abbiamo cambiato il modo di giocare e non era semplice dopo tanti anni. Avevo bisogno di uno che dettasse i tempi e l’ho trovato in Valdifiori, mi sta dando risposte. Quello che abbiamo visto stasera dobbiamo vederlo anche nelle gare più semplici. Se noi abbiamo questo atteggiamento con altre squadre potremo dire la nostra. Servono 3 punti alla prossima».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Zona mista post #SpalJuventus ⚽

Un post condiviso da Calcio News 24 (@calcionews24) in data:

Condividi