Connettiti con noi

News

Dybala è tornato al centro della Juve. E il rinnovo puó aspettare

Pubblicato

su

Paulo Dybala è tornato ad essere indispesabile per la Juventus nell’ultimo periodo. E il rinnovo può essere ancora messo da parte

(Di Alberto Mauro) – La continuità di Paulo Dybala – uno dei temi più dibattuti e controversi degli ultimi anni – rischia di diventare una variabile decisiva nel girone di ritorno, per una Juventus orfana di Chiesa e senza un vero punto di riferimento in attacco. Inutile in questo momento tormentarsi per un rinnovo di contratto che sarà discusso tra febbraio e marzo (solo in primavera capiremo se è stata una strategia vincente o avventata), le priorità infatti sono altre: il campo, i gol, e risalire la classifica per blindare la prossima qualificazione in Champions che vale oro.

Nella rosa di Allegri nessuno come l’argentino è in grado di fare la differenza quando sta bene, e lo ha dimostrato con tre reti nelle ultime 4 partite, mancando solo l’appuntamento con la Supercoppa. Paulo non è più “U Picciriddu” ma un giocatore nel pieno della maturità – 28 anni – che però deve ancora dimostrare qualcosa per acquisire lo status di “campione”, fino ad ora solo sfiorato. Le grandi aspettative e le sue qualità fuori dal comune hanno sempre dovuto fare i conti con una condizione fisica che non lo ha mai sostenuto adeguatamente, tra infortuni muscolari a raffica, il problema serio al collaterale dell’anno scorso e un Covid aggressivo nel 2020. Dybala è ancora il numero 10 e il simbolo di una Juventus che però rischia di perderlo a giugno a parametro zero, anche se in questo momento una separazione a fine stagione non è nell’interesse di nessuno. Molto dipenderà dall’ennesimo capitolo di una trattativa infinita sul rinnovo, ma anche da quello che farà in campo Paulo da qui a fine stagione.

Servono i gol, i suoi guizzi ma soprattutto la sua leadership – tecnica e di personalità – per ritrovare vittorie e fiducia perse a inizio stagione, e lanciare l’inseguimento alle squadre in vetta. Poi sarà più facile ragionare su cifre e futuro, l’amore incondizionato dei tifosi juventini (riesploso dopo il gol del 3-1 contro la Samp), intanto, non è mai stato in discussione, ma come già successo negli ultimi anni – dopo aver sfiorato l’addio per questioni di mercato – ora tocca a Dybala riprendersi la sua Juventus.