Connettiti con noi

News

Fagioli, quella voglia di Juve e un’occasione da non sprecare con la Salernitana

Pubblicato

su

Juve Salernitana è anche l’occasione per chi, come Fagioli, ha ancora tanto da poter dimostrare per mettersi in mostra

Questa sera la Juve tornerà in campo allo Stadium contro la Salernitana, nell’incontro valido per la sesta giornata del campionato di Serie A. Un match che arriva in mezzo ai due primi impegni di Champions League, la già tanto citata trasferta a Parigi e l’appuntamento casalingo contro il Benfica, fissato per il prossimo mercoledì. Inevitabile, quindi, che Allegri decidesse di far ruotare la rosa a sua disposizione, dando maggior spazio contro i campani a chi, fin qui, di spazio ne ha avuto molto poco. E’ il caso di Nicolò Fagioli, rimasto a Torino nonostante le tante voci di prestito e che ha messo a referto i primi minuti stagionali nell’1-1 in trasferta al Franchi con la Fiorentina.

Il giovane centrocampista, in settimana, è stato protagonista con Miretti e Soulé della conferenza stampa che ha coinvolto i prodotti del progetto Next Gen che sono riusciti a compiere il salto fino in prima squadra. Parole chiare e decise quelle del 21enne piacentino, che dopo la grande annata a Cremona lo scorso anno (tra i protagonisti della promozione e miglior giovane del campionato cadetto) ha intenzione ora di riproporsi anche a grandi livelli con una maglia così pesante come quella bianconera. Il suo pre-campionato, per chi ha avuto modo di seguire da vicino gli impegni oltreoceano di Madama, è stato ottimo: giocate di alta classe, movimenti sempre con l’intento di velocizzare la manovra in mezzo al campo e anche quell’eurogol sfiorato con il Chivas. Poi, con l’inizio delle gare ufficiali, il suo apporto è venuto meno, chiuso dai tanti compagni con più esperienza nel suo ruolo.

Per alcuni sarebbe quindi sarebbe stato più saggio farsi un altro anno di prestito, magari proprio in quella Cremonese che senza di lui sta faticando a riproporsi, ma non per “fagiolino”. Oggi, a meno di sorprese, Allegri è pronto come detto a regalargli una nuova occasione, in una mediana in cui mancheranno gli infortunati Rabiot, Pogba e soprattutto Locatelli, che fin qui è stato un po’ la “causa” del poco minutaggio di Nicolò. Con l’assenza di tre elementi cardine, però, toccherà allo stesso Fagioli e all’altro fiore all’occhiello del settore giovanile juventino, Fabio Miretti, il compito di prendere in mano la direzione del gioco della squadra. Un’occasione da non lasciarsi scappare per dimostrare una volta di più la bontà del progetto giovani portato avanti da anni, ma soprattutto per far vedere che la voglia di Juve è ancora tanta e ben giustificata.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.