Juve, il gioco delle coppie per una difesa da rivedere

chiellini
© foto www.imagephotoagency.it

Difesa Juve, 9 già i gol subiti in questa stagione. Il problema? Non è ancora stato ufficializzato il quartetto tipo

Tanti gol, mai così tanti ad inizio stagione dal lontano ’59-’60. Ma c’è anche un altro lato della medaglia. C’è infatti da mettere a bilancio pure i nove gol subiti, 4 nelle ultime 2 partite. Pesa infatti tantissimo la notte storta del Camp Nou. C’è però anche un pre: le tre reti subite in finale di Supercoppa, le 2 a Marassi e il gol (evitabile) del Mapei Stadium.

Un assetto difensivo completamente diverso, a livello di statistiche, rispetto allo scorso anno. Certamente qualcosa va rivisto e modificato. E non è solo tutto ascrivibile all’ormai super citato addio di Bonucci. Il quartetto tipo infatti ancora non c’è. A cominciare dalla fascia destra: Lichtsteiner out dalla Champions, De Sciglio infortunato e Sturaro adattato. Non la migliore delle situazioni. E in mezzo non c’è più una coppia che possa essere definita titolare. Chiellini ok e poi? Benatia o Rugani? Oppure il “vecchio” Barzagli? Tutti dubbi che portano a girare spesso gli uomini generando confusione che si traducono in più gol subiti. Aspettando naturalmente Howedes, che ad oggi è ancora un’incognita. Ma potrebbe essere al soluzione a (quasi) tutti i mali.

Condividi