Juve Inter Primavera ai raggi X: cinque fotografie significative del derby d’Italia

© foto www.imagephotoagency.it

Juve Inter Primavera: cinque fotografie significative del derby d’Italia, con i momenti più importanti tra bianconeri e nerazzurri

Cinque fotografie emblematiche a segnare l’importanza, la storia, un testa a testa continuo ed entusiasmante tra Juve Primavera ed Inter. Un tuffo nel passato a raccontare i protagonisti che, nel corso degli anni, hanno calcato il rettangolo di gioco nel derby d’Italia. Sabato alle 13, all’Ale&Ricky di Vinovo, bianconeri e nerazzurri aggiungeranno una pagina importante ai tanti capitoli di un match infinito…

Juve-Inter 3-0: 7 aprile 2004

Scacco matto in perfetto stile bianconero in quel 7 aprile di 16 anni fa. Juve ed Inter, in quell’occasione, erano l’una contro l’altra nella finalissima di Coppa Italia Primavera. Diktat preciso per la squadra bianconera: ribaltare il 2-0 dell’andata, con la Vecchia Signora che aveva concesso ai ‘rivali’ il primo atto della finale. Missione compiuta al ritorno per la Juventus, che nei tempi regolamentari riuscì a riequilibrare il 2-0 del 10 marzo, fissando il risultato finale sul 3-0 ai tempi supplementari per sollevare il titolo.

Juve Inter 1-2: 6 giugno 2004

La vendetta, però, fu servita circa due mesi più tardi dall’Inter, che nel palcoscenico del campionato affondò la Juve ad un passo dalla finale. Il 6 giugno 2004, in semifinale, i nerazzurri architeterrano il colpo esterno tra le mura amiche juventine, spianando così la strada per la finalissima (poi persa contro il Lecce). Meggiorini e Marino per l’uno-due micidiale interista, con la firma di Raffaele Palladino per la Juventus che non bastò per riacciuffare il risultato, messo in cassaforte con l’1-2 finale.

Juve Inter 2-0: 28 marzo 2007

Cambiano interpreti, passano le stagioni, ma la tradizione bianconera in Coppa Italia non muta la sua sfumatura. A Vinovo, in occasione dell’andata delle semifinali della manifestazione, la Juve di Chiarenza ospita l’Inter, trascinata dai tre fiori all’occhiello della ‘cantera’ di quegli anni: Paolo De Ceglie, Davide Lanzafame e Sebastian Giovinco. Un 2-0 griffato dal difensore e dalla Formica Atomica che permise alla Juve di centrare il primo atto di una finale che, in virtù dell’1-1 al ritorno, consegnò a Madama le chiavi della vittoria.

Inter Juve 1-0: 6 giugno 2018

Un 6 giugno 2018 amaro per la Primavera di Alessandro Dal Canto, che dovette dire addio alle speranze Scudetto. In semifinale di Final Four, fu l’Inter di Stefano Vecchi a staccare l’ambito pass per la finalissima (poi vinta contro la Fiorentina), vanificando così i sogni bianconeri. Un lampo, nel secondo tempo, di un gioiello diventato celebre lontano dalla Madonnina: Nicolò Zaniolo. Un’istantanea ancora fresca, un ricordo che chiuse una stagione altalenante per i giovani bianconeri.

Inter Juve 5-1: 6 ottobre 2019

L’ultimo testa a testa tra Juve e Inter non ha lasciato spazio a repliche. 5-1 lo scorso 6 ottobre 2019, con un ko che si incastrò tra i quattro consecutivi per la compagine di Lamberto Zauli prima del successo con il Sassuolo dal sapore di liberazione. Al ‘Breda’, Fagioli e compagni caddero sotto i colpi di Colombini, Fonseca, Mulattieri (doppietta) e Gnonto, con il momentaneo pareggio di Kaly Sene che riaccese per un attimo la speranza per l’undici juventino.