Juventus Women, Gama: «Giocare qui dà più visibilità»

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus Women, il capitano Sara Gama parla delle emozioni post Mondiale e di cosa si provi a giocare in bianconero

Sara Gama, capitano della Juventus Women e della Nazionale femminile, si è raccontata in una lunga intervista a SportWeek.

ESSERE AL TOP«La passione è la base assoluta. Servono ovviamente talento, ma anche costanza e tenacia. Un atleta deve avere disciplina, imporsi sacrifici. Tutto questo succede se hai passione, come in ogni sport. Atleta che ammiro? No, seguo le colleghe e oggi ce ne sono tante che portano in alto il nome dello sport italiano».

NOTORIETA‘ – «Già in questi due anni, giocando nella Juve, io e le mie compagne abbiamo avuto un altro impatto mediatico. Ci siamo abituate piano piano a certe situazioni. Comunque quello che è successo col Mondiale è entusiasmo, non pressione. Ci sono più persone che ci seguono, dopo una vita di nicchia esser riconosciuti per il lavoro che fai è piacevole. Certo, porta più impegni, ma il fuoco si è accesso e sta a noi continuare a buttare legna in questo fuoco. La vita per l’atleta non cambia con la fama, deve stare sempre lì ad allenarsi».

PASSIONE STORIA«Me l’hanno trasmessa i miei zii, e in fondo sono nato in un posto dove la storia si respira nell’aria. Mi piace leggere anche le biografie. Alessandro Magno è uno dei miei personaggi preferiti».