Lucchese, Mattia Lombardo: «Stimolante affrontare la Juventus U23»

© foto www.imagephotoagency.it

Mattia Lombardo a poche ore dalla sfida contro la Juventus U23 ad Alessandria parla dell’entusiasmo di affrontare una grande squadra

Mattia Lombardo, centrocampista della Lucchese, classe 1995, oggi sfiderà la squadra che fu di suo papà Attilio, ovvero la Juventus. A poche ore del match contro l’Under 23 bianconera parla in un’intervista esclusiva di Tuttojuve. Ecco una parte delle sue parole.

IL MATCH – «Mi aspetto una partita molto stimolante, perchè sicuramente giocare contro la Juventus richiede grande motivazione da parte di tutti, anche se i tratta di una seconda squadra. E’ uno stimolo perchè si parla di Juventus e poi anche perchè la Lucchese ha un obiettivo importante che è quello di salvare la categoria e di farlo il prima possibile. In ogni partita quindi dobbiamo puntare a portare a casa i tre punti, anche domenica contro una grande squadra come la Juventus».

JUVENTUS U23 – «La Juventus è partita praticamente con una squadra simile alla Primavera, con molti giovani. La società bianconera si è resa conto delle difficoltà che ci sono nelle categorie inferiori e soprattutto in Lega Pro. E’ una categoria diversa, che richieste esperienza, intensità, dove la “gioventù” può rappresentare una pecca se non si fanno le cose giuste. Quindi la Juve si è rafforzata comprando giocatori di esperienza, da Del Prete, fino all’ultimo acquisto di Mokulu, giocatori che hanno innalzato il livello di esperienza della squadra e l’hanno resa sicuramente molto più competitiva rispetto all’inizio della stagione, quando ha trovato molte difficoltà. Ci sono molti giocatori importanti, di grande prospettiva e di talento. Mokulu è sicuramente un giocatore che mi ha impressionato, ma fino a un certo punto, perchè conoscevo il calciatore e l’esperienza che ha, le sue capacità, la sua forza. Un altro elemento che mi ha impressionato, soprattutto nell’ultima partita, è Mavididi, che è molto veloce, rapido e tecnico. Ma giocatori di questo calibro ci sono un po’ in tutta la squadra. Per questo dovremo mantenere alta la motivazione e avere voglia di vincere con l’atteggiamento giusto».