Luis Enrique con otto attaccanti, bluff o realtà?

luis enrique
© foto Massimo Pinca

Dopo la vittoria sofferta contro il Real Sociedad Luis Enrique ha parlato senza mezzi termini: «Contro la Juve nulla da perdere, potrei giocare anche con otto attaccanti»

Luis Enrique studia il pazzo piano remuntada. Sa perfettamente che non è un momento facile: «Agli avversari basta poco per farci male e noi siamo in una fase così, che ci toglie un pò di fiducia» ha detto nella conferenza stampa post Barcellona-Real Sociedad. E poi si è spinto oltre: «Contro la Juve daremo tutto, non abbiamo niente da perdere. C’è da rischiare tantissimo:potrei anche mettere otto attaccanti tutti insieme. Sono molto soddisfatto dei miei giocatori». E’ un all-in utile solo per la pretattica o c’è qualcosa di vero sotto?

ALCANCER TITOLARE– Oltre i fantastici delanteros Messi-Suarez-Neymar là davanti, in rosa c’è anche Paco Alcancer, classe ’93 di professione prima punta, che è andato già a segno cinque volte in questa stagione. Di altri attaccanti di ruolo, se si esclude il giovane canterano Marc Candona, non ce ne sono. Gli otto attaccanti paventati da Luis Enrique potrebbero quindi essere 4, con la tentazione di giocare con anche Alcaner dal primo minuto assieme alla MSN. Una sorta di 4-2-4, anche se più realisticamente sarà una soluzione da adottare, semmai, a partita in corso. Più facile invece l’avanzamento del raggio di azione di un centrocampista, come Rakitic con Busquets e Iniesta a fare da mediani.

Articolo precedente
barcellonaBarcellona all’attacco: «Allegri, ti ricordi?»
Prossimo articolo
Juve, allenamento e poi partenza: il programma anti-Barça