Chi è Marley Aké, talento del Marsiglia in arrivo alla Juventus

Iscriviti
© foto Instagram

Marley Aké Juve: chi è il talento del Marsiglia vicino ai bianconeri. Carriera e caratteristiche tecniche del classe 2001

Colpo a sorpresa della Juve, che ha guardato oltralpe per rinforzare il proprio settore giovanile. I bianconeri hanno completato un’operazione con il Marsiglia, che porterà Marley Aké a vestire la casacca della Vecchia Signora. Percorso inverso, invece, per Franco Tongya: il fantasista classe 2002, cresciuto nel vivaio bianconero, prenderà la direzione francese in questo affare tra le due società. Ecco chi è Aké, prossimo acquisto della Juventus: storia, profilo e caratteristiche tecniche.

Marley Aké Juve: la storia del centrocampista classe 2001

Aké si è trasferito nel 2018 al Marsiglia, crescendo precedentemente nel settore giovanile di tre squadre francesi: l’RCO Agathois, il Montpellier e il Beziers. Esperienza dai 6 agli 11 nel primo club, poi tre anni nel Montpellier e infine dai 14 ai 17 anni nel Beziers, trampolino di lancio per la squadra marsigliese. Inizialmente è stato aggregato nell’Olympique Marsiglia 2 al suo primo anno, mettendo a referto numeri importantissimi: 30 presenze, condite da 7 gol da centrocampista e 3 assist.

L’anno successivo, nella stagione 2019/2020, Aké ha fatto da spola tra squadra B e prima squadra, collezionando i suoi primi minuti in Ligue 1. 90′ in 9 presenze esattamente, a cui vanno ad aggiungersi le 3 presenze in Coup de France e le 7 con il Marsiglia 2, impreziosite da 7 gol e 1 assist. In questa stagione Marley è diventato un elemento importante della rosa di Villas Boas, con 9 presenze in Ligue 1 e le prime apparizioni in Champions League (4).

Marley Aké Juve: profilo e caratteristiche tecniche del centrocampista

Aké è un talento classe 2001 in grado di adattarsi bene sul fronte offensivo in più posizioni. Destro naturale, viene schierato prevalentemente come ala sinistra, avendo la possibilità di rientrare sul suo piede forte per calciare in porta o andando sul fondo per crossare con il mancino. È stato spostato anche sulla destra nel corso delle sue esperienze nelle giovanili, ricercando maggiormente l’assist per i compagni in quei frangenti. Non solo esterno, perché Marley è in grado di disimpegnarsi bene anche come prima punta, avendolo fatto più volte in carriera. Veloce, tecnico, il classe 2001 fa del dribbling una delle sue armi più letali, unito ad una grande facilità di tiro e fiuto del gol.

LEGGI ANCHE: Chi è Christopher Lungoyi, nuovo acquisto della Juventus

Condividi