Matuidi, retroscena sui bonus al Psg: ecco le condizioni dell’accordo

matuidi
© foto www.imagephotoagency.it

Nuovi retroscena sull’approdo di Matuidi alla Juventus. Nel contratto sono inseriti dei bonus: ecco come sono ripartiti

Grande gioia in casa Juventus per aver concluso, a un anno di distanza, l’affare Blaise Matuidi. Il centrocampista francese era stato richiesto da Allegri già un anno fa e il calciatore fu molto vicino al trasferimento in bianconero. L’affare sfumò ma si è concretizzato solo pochi giorni fa. Ieri il giocatore è stato presentato alla stampa e intanto sono spuntati fuori dei retroscena sui bonus inseriti nell’accordo tra Juve e PSG.

Ecco quanto recita il comunicato: «Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Paris Saint-Germain F.C. per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Blaise Matuidi a fronte di un corrispettivo di € 20 milioni pagabili in tre esercizi. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di ulteriori massimi € 10,5 milioni in funzione del numero di partite ufficiali che il calciatore disputerà nel corso della durata contrattuale. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva triennale fino al 30 giugno 2020».

La Juve dovrà versare 10,5 milioni di euro al PSG in base alle partite disputate dal giocatore nei suoi anni alla Juve. Secondo “Tuttosport” i bonus sono così ripartiti: 5 milioni subito se il giocatore scenderà in campo l’80% delle volte in questa stagione (per fare un esempio, circa 45 volte su 55). Gli altri 5,5 milioni verrebbero versati nel 2020 se e solo se il giocatore riuscisse a giocare l’80% delle partite nella seconda e nella terza stagione.

Condividi