Morata tra presenze, gol e assist: cosa raccontano i numeri sullo spagnolo

morata juve
© foto Twitter Juve

Morata tra presenze, gol e assist: cosa raccontano i numeri sullo spagnolo, tornato a Torino in questa sessione di calciomercato

È stato Alvaro Morata il prescelto della Juve per rinforzare il reparto d’attacco di Andrea Pirlo. Dopo essere esploso in bianconero dal 2014 al 2016, guidando la squadra di Massimiliano Allegri fino alla finale di Champions League di Berlino contro il Barcellona, lo spagnolo ha preso strade differenti da Torino, venendo ‘recomprato’ dal Real Madrid per poi trasferirsi nelle annate successive al Chelsea e all’Atletico Madrid. Ora il secondo capitolo della storia di Morata in bianconero. Quale impatto avrà l’attaccante nel suo remake a Torino? Ecco un’analisi, tra presenze, gol e assist, delle ultime stagioni di Alvaro Morata.

Real Madrid 2013/2014: i numeri della stagione

L’anno vissuto da Morata al Real Madrid nel 2013/2014 è stato il primo nel palcoscenico dei grandi da parte dell’attaccante spagnolo. 23 presenze in Liga, condite da 8 reti per Alvaro, che ha battezzato nel migliore dei modi la sua prima stagione con i big. 1 sigillo anche in Champions League in 5 presenze, mentre non è riuscito a trovare la via della rete in 6 gettoni in Copa del Rey.

Juventus 2014/2015 e 2015/2016: stagioni a confronto

Al suo primo anno a Torino, Morata ha preso per mano la squadra di Allegri, sia in campionato e sia in Champions League. È soprattutto nel palcoscenico europeo che l’attaccante si è ritagliato uno spazio da protagonista, mettendo a segno 5 reti in 12 presenze che hanno guidato la Juve in finale di Champions League. 8 e 2, invece, i gol segnati rispettivamente in 29 presenze in campionato e 4 in Coppa Italia.

Meno fortunato, invece, il secondo anno a Torino. In 34 presenze in Serie A, Morata ha messo a referto 7 gol e 7 assist. 3 gol in 5 presenze in Coppa Italia e un bottino di 2 gol e 2 assist in Champions League.

Real Madrid 2016/2017: l’exploit al bis in Spagna

Positivo il remake di Morata al Real Madrid nel 2016/2017. In 26 apparizioni in Liga, lo spagnolo ha sigillato la sua firma in 15 occasioni, fornendo anche 5 assist. 3 gol e 1 assist in 9 presenze in Champions League, mentre sono stati 2 i sigilli in Copa del Rey.

Chelsea 2017/2018 e 2018/2019: l’esperienza in Premier League

Non ha sofferto l’impatto in una nuova realtà Morata, voluto fortemente a Londra da Antonio Conte. Con i blues, nel suo primo anno, Alvaro ha segnato 11 gol in 31 apparizioni, mentre in 7 presenze di Champions League ha messo a referto un solo sigillo e 2 in 6 presenze di FA Cup.

Nella stagione 2018/2019, fino a gennaio, Morata ha vestito ancora la maglia dei blues. Meno fortunata anche quest’annata: 5 firme in 16 presenze totali in campionato, 2 in 4 apparizioni di Europa League e una doppietta in una sola presenza d’Europa League.

Atletico Madrid 2018/2019 e 2019/2020: gli ultimi due anni in Spagna

Morata ha saputo subito prendere in mano l’attacco di Simeone da gennaio 2019, con 6 gol in 15 presenze in Liga e 2 apparizioni senza alcuna rete in Champions League. L’anno successivo, invece, il calciatore è riuscito ad andare in doppia cifra in campionato: 12 gol e 2 assist in 34 presenze in Liga, 1 gol in Supercoppa e 3 reti in 8 presenze in Champions League.

LEGGI ANCHE: Morata e quelle confessioni: da Buffon a Cristiano Ronaldo, lo disse l’attaccante

Condividi