Pagelle Hellas Verona-Juventus Women: Bonansea illumina, Boattin scheggia VOTI

bonansea-juventus-women
© foto www.imagephotoagency.it

I voti ed i giudizi alle protagoniste del match di Serie A femminile tra bianconere e venete: pagelle Hellas Verona-Juventus Women

Le pagelle delle protagoniste della prima giornata di Serie A, match che pone di fronte Hellas Verona e Juventus Women. LA CRONACA DEL MATCH


Giuliani 6 – Un solo intervento sul colpo di testa di Bragonzi a sporcare i suoi guantoni. Incomprensione con Lundorf, con conseguente rigore concesso, a ‘macchiare’ la sua prestazione.

Hyyrynen 6 – Partita attenta la sua a destra, più difensiva che d’attacco. Chiude la gara da centrale accanto a Sembrant.

Gama 7 – Sempre una certezza la sua leadership al centro della difesa. Puntuale in anticipo, non perde un duello (dal 65′ Lundorf 6 – Marcatura asfissiante su Bragonzi, con l’unica incertezza in occasione del rigore. Esordio positivo, comunque, in bianconero).

Sembrant 6.5 – La mente della linea difensiva. Imposta bene dalle retrovie, salvando anche la Juventus ad inizio partita con un grande intervento.

Boattin 7.5 – Un’autentica freccia a sinistra. Costanti le sue sovrapposizioni e grande pericolosità da calcio piazzato. Il palo ne è la dimostrazione.

Galli 6.5 – Ringhia su tutti i palloni, svolgendo un ruolo importantissimo in fase di interdizione.

Rosucci 6 – La morsa stretta attorno al collo dal centrocampo avversario le impedisce di disegnare calcio come vorrebbe in regia (dal 60′ Pedersen 6 – Ricompone il centrocampo, garantendo ordine e solidità).

Caruso 7 – Ancora la sua firma all’esordio, come lo scorso anno con l’Empoli. Centrocampista col vizietto del gol, l’ideale per coach Guarino (dal 90′ Berti sv).

Zamanian 7 – Scheggia impazzita nel primo tempo della Juventus, in cui mostra le sue grandi doti in dribbling e con il pallone tra i piedi.

Girelli 6.5 – Aveva fallito l’appuntamento col gol nei primi 45′. Un flirt con la rete che l’ha portata a lasciare il segno nella ripresa. Certezza (dal 60′ Staskova 6 – Punto di riferimento in attacco. Dà profondità).

Bonansea 7.5 – Un piacere per gli occhi palla al piede. In tutte le occasioni pericolose c’è sempre il suo zampino: solo il palo le ha detto di no…

All. Guarino 7 – Cominciare da dove si era terminato: vincendo. Prova di carattere e maturità contro una squadra chiusa e ben organizzata.

Condividi