Pagelle Juve Atletico: Emre Can roccioso, Chiellini gigantesco VOTI

chiellini
© foto Db Milano 11/11/2018 - campionato di calcio serie A / Milan-Juventus / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Giorgio Chiellini

I voti e i giudizi ai bianconeri nel match valido per il ritorno degli ottavi di Champions: pagelle Juve Atletico

Le pagelle dei bianconeri nel match tra Juventus e Atletico, valido per la gara di ritorno degli ottavi di Champions LeagueLA CRONACA DEL MATCH

Szczesny 6.5 – Vigile tra i pali, sostiene i compagni. Nella ripresa spegne l’offensiva avversaria con uscite perfette.

Cancelon 6.5 – Riesce sempre a dare ampiezza sulla destra, anche se a volte non viene servito.

Bonucci 6.5 – Sempre sul pezzo, pronto a chiudere ogni varco.

Chiellini 7 –  Gioca da vero gladiatore. Partita mostruosa, dal primo all’ultimo minuto.

Spinazzola 6.5 – Sorregge il peso della partita con la giusta spensieratezza, proprio come gli chiede Allegri. Dal 67′ Dybala 6 – Dà in mano in avanti, tiene palla sul finale.

Emre Can 7.5 – Partita da grande giocatore. E’ lui a scalare sulla linea difensiva per concedere alla squadra di attaccare con un uomo in più.

Pjanic 7 – E’ la mente della squadra, che gira come un orologio alla ricerca del varco giusto per arrivare in porta.

Matuidi 6.5 – Giunge spesso alla conclusione, una spina nel fianco della retroguardia dell’Atletico.

Bernardeschi 7.5 – Vince il ballottaggio con Dybala e scende in campo dal primo minuto. Taglia e cuce tra le linee e fa scorrere nel corridoio giusto la palla che Cristiano Ronaldo chiude a rete per sbloccare il match. Ci prova anche su punizione, di poco fuori. Si procura il rigore decisivo che decide il match.

Ronaldo 9 – In una serata come questa, sa bene che dev’essere lui il protagonista assoluto. E così aspetta con la serenità del campione il momento giusto per entrare in scena e firma il successo con tre reti da fuoriclasse.

Mandzukic 6 – Lotta come può, ma rispetto ai compagni sembra una spanna sotto la media. Dal 80′ Kean 6.5 – Sfiora la rete di un niente, incontrastabile quando parte in profondità.

Allegri 8 – Non era facile dopo il 2-0 dell’andata. Ma troppi avevano abbandonato il suo carro. Ne viene fuori la partita perfetta: lui – giustamente – alla Champions ci crede davvero.

LE PAGELLE DELL’ATLETICO MADRID