Connettiti con noi

Juventus U23

Pagelle Juventus U23 Trento: Miretti decide, Compagnon spacca la gara VOTI

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la 18esima giornata di Serie C: pagelle Juventus U23 Trento

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la 18esima giornata di Serie C: pagelle Juventus U23 Trento. LA CRONACA DEL MATCH

Israel 7 – Se la Juventus resta in corsa è merito delle sue parate. Provvidenziale al calare del primo tempo su Ruffo Luci e sulla punizione di Belcastro.

Leo 6 – Più proposito nei primi 45′, in cui disegna una serie di cross di destro e di mancino. Abbassa i suoi ritmi nella ripresa. Dal 61′ Compagnon 7 – Interrompe un digiuno di gol della Juve che durava da tre partite. Se lo costruisce lui, da grande attaccante.

De Winter 6 – Meno playmaker del solito, il gioco si sviluppa più dalle fasce. Difensivamente non si scompone.

Stramaccioni 6.5 – Protegge la linea da intemperie e minacce. Poche sbavature, vicino al gol da distanza siderale.

Anzolin 6 – Pattarello scappa via con troppa facilità in occasione del gol. Si riscatta dando una grande mano alla manovra offensiva, sfiorando anche il gol di sinistro.

Soulè 6 – Spezzone a Venezia con la prima squadra, titolare oggi in Under 23. Marcatura duplicata su di lui, si accende a sprazzi.

Miretti 7 – Settimana da sogno per lui. Esordio in prima squadra e Champions League, ora il gol decisivo per la Juventus U23.

Leone 6 – Lui e Miretti duettano bene nel primo tempo, ma la difesa chiusa del Trento concede pochi spazi per le invenzioni. Dal 61′ Zuelli 6.5 – Cambia il volto del centrocampo. Più verticali dopo il suo ingresso.

Akè 6 – Inizia da esterno alto, mettendo poche volte la sesta per sfondare. Finisce da terzino, dove risulta più efficace partendo dalle retrovie.

Brighenti 5.5 – Marchegiani lo ipnotizza due volte nel primo tempo. Tanta lotta, ma ben tenuto a distanza dalla retroguardia del Trento. Dal 79′ Sekulov SV.

Da Graca 5.5 – Sempre anticipato da Trainotti e Carini. Cresce nella ripresa come assistenza ai compagni, ma sotto porta è nullo.

All. Zauli 6.5 – Serviva una vittoria dopo tre KO. Determinazione e voglia di fare risultato, ciò che aveva chiesto alla vigilia.