Connettiti con noi

News

Pagelle Zenit Juve Primavera: Mulazzi eurogol, Turco entra e la chiude VOTI

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match della terza giornata di Youth League: pagelle Zenit Juve Primavera

I voti ai protagonisti del match della terza giornata della fase a gironi di Youth League: pagelle Zenit Juve Primavera. LA CRONACA DEL MATCH

Senko 7 – Rischia subito nell’impostazione dopo pochi minuti, riscattandosi con una gran parata su Marianov. Nella ripresa mette un mattoncino sui tre punti, opponendosi con un doppio miracolo su Kasimov e su Rodionov.

Savona 6 – Adotta un raggio d’azione più basso, dando equilibrio alla difesa viste le continue sgroppate sulla corsia opposta di Turicchia e Mulazzi.

Fiumanò 6.5 – Dopo i primi minuti nelle gambe contro la Sampdoria, Bonatti lo lascia in campo per 70′. In cerca della miglior condizione, ma già diga solida. Dal 70′ Citi 6 – Nessun pericolo nel finale di partita.

Nzouango 7 – Impeccabile negli interventi difensivi. Capisce in anticipo le intenzioni avversarie e pulisce l’area in maniera provvidenziale.

Turicchia 6.5 – Più offensivo del solito il terzino, che in più di un’occasione si sgancia in avanti per creare superiorità numerica.

Mulazzi 7.5 – Ancora una conferma: è il simbolo di questo avvio della Juve. Raro, davvero, vedere un terzino segnare un gol del genere.

Omic 6.5 – Si completa a centrocampo con Miretti, aggiungendo quella dose di fisicità e muscoli ad oscurare il centrocampo dello Zenit.

Miretti 7 – Detta i tempi della squadra, affidandosi a giocate semplici senza rischi. Può nascere sempre un pericolo dai suoi calci piazzati. Dall’87 Hasa SV.

Iling-Junior 5.5 – Dal suo cross poteva nascere il raddoppio di Mulazzi. Nessun altro lampo, però, ad impreziosire la sua partita.

Soulé 6.5 – Flirta con il gol a più riprese, senza riuscire a bissare quanto fatto col Chelsea. Il suo apporto alla squadra è preziosissimo: fotografia da ricordare, quella punizione nel secondo tempo uscita di poco. Dal 62′ Turco 7 – Entra e chiude la partita, sfruttando un errore dello Zenit. Letale a gara in corso.

Chibozo 6 – ‘Macchia’ il curriculum odierno con un errore non da lui sotto porta. Generoso però nel pressing per i portatori di palla avversari. Dall’87’ Bonetti SV.

All. Bonatti 6.5 – Identità europea sempre più forte. Prossimo step di crescita, chiudere prima le partite.