Osservati speciali calciomercato Juve: chi è Patrick van Aanholt

© foto www.imagephotoagency.it

Alla scoperta di Patrick van Aanholt, ventisettenne fluidificante sinistro attualmente in forza al Crystal Palace

Nato il 29 agosto 1990 a ‘s-Hertogenbosch, città olandese, Patrick van Aanholt è un calciatore originario di Curaçao, nazione costitutiva del Regno dei Paesi Bassi.

LA CARRIERA – Il laterale mancino cresce dapprima nelle giovanili del PSV Eindhoven dal 2005 al 2007, poi in quelle del Chelsea dal 2007 al 2009. Nell’annata 2009-2010, per la parte iniziale di stagione, si trasferisce in prestito dai Blues al Coventry City, squadra con la quale esordisce da professionista, per la prima volta in assoluto, il 9 agosto 2009 con l’Ipswich Town. A dicembre dello stesso anno ritorna al Chelsea e viene convocato per il match di FA Cup, contro il Preston, datato 23 gennaio 2010, ma il giovanissimo difensore non scende sul rettangolo verde. Il 29 gennaio 2011 passa al Newcastle ancora tramite la formula del prestito. Poi, rientrato a Londra, debutta ufficialmente con la maglia dei Blues nel corso di una gara del 25 marzo 2011 vinta 5-0 dal Chelsea con il Portsmouth. La sua seconda apparizione, invece, risale alla partita seguente, del 27 marzo, giocata contro l’Aston Villa. Nel gennaio 2011 di nuovo un altro trasferimento in prestito, stavolta al Leicester, ma appena tornato alla casa madre si muove nuovamente a titolo temporaneo al Wigan, nell’agosto del 2011. Il 16 gennaio 2012 sbarca in Olanda, in particolare al Vitesse, per l’ennesima volta in prestito, club con il quale colleziona 67 presenze in due anni impreziosite da 5 reti.

Il 25 luglio 2014, in questo caso a titolo definitivo, si accasa al Sunderland per 2 milioni di euro, società con cui sottoscrive un contratto della durata di quattro anni. Con la casacca dei Black Cats fa il suo esordio il 16 agosto 2014 in una sfida di Premier League con il West Bromwich Albion, incontro dove serve l’assist del 2-2 finale a Sebastian Larsson. La sua prima marcatura, invece, arriva in una partita di FA Cup contro il Leeds, precisamente il 4 gennaio 2015. Il 28 novembre 2015 van Aanholt mette a segno la sua seconda rete con lo Stoke City, la terza il 23 gennaio 2016 contro il Bournemouth e la quarta con l’Everton. Il terzino orange non perde il vizio il gol nemmeno nella stagione 2016-2017, quando deposita il pallone in fondo al sacco il 21 agosto nel match contro il Middlesbrough, poi il primo ottobre con il West Bromwich Albion, entrando dalla panchina, e ancora il 17 dicembre la terza segnatura della sua annata in una partita che vede il Sunderland opposto al Watford. Il 30 gennaio 2017, nel corso del mercato invernale, Patrick van Aanholt sottopone un contratto di quattro anni e mezzo con il Crystal Palace, per una cifra iniziale di 9 milioni poi salita sino a 14. La sua prima presenza con il completo degli Eagles è datata 31 gennaio, in Bournemouth – Crystal Palace, mentre il primo gol giunge il 25 febbraio 2017, decisivo per superare di misura (1-0) il Middlesbrough.

LA NAZIONALE OLANDESE – Dopo aver fatto la gavetta passando dalla Nazionale orange Under 16 nel 2005, all’Under 21 nel 2013, Patrick van Aanholt taglia il traguardo della prima convocazione con i “grandi” nel novembre 2013, a 22 anni, in un incontro amichevole con la Colombia, dove entra in luogo di Depay nei minuti di recupero. Il 23 marzo 2018 viene convocato dal commissario tecnico Koeman per la supersfida amichevole con l’Inghilterra.

LE CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE – Non dotato di un fisico statuario, 176 cm X 67 kg, van Aanholt è un esterno basso mancino puro, ma più che discreto anche con il piede debole, che trova la sua collocazione ideale come quarto sull’out di sinistra. Molto agile e veloce palla al piede, è in grado di trovare il fondo con grande frequenza e con i tempi giusti, dal quale fornisce assist radenti e invitanti grazie a un piede particolarmente educato e a una buonissima tecnica individuale. Sovente tende a convergere verso il centro del campo per sfruttare il destro, che adopera con buoni risultati. Oltre a queste qualità degne di nota, è un ottimo calciante specialmente da una distanza di 25-30 metri, dalla quale spesso e volentieri inquadra lo specchio della porta con tiri potenti e precisi. Palesemente più incline alla fase offensiva, in cui si rende protagonista di repentine scorribande sulla fascia, garantisce un efficace apporto anche in quella difensiva, nella quale, comunque, ha ancora margini di miglioramento. In definitiva, Patrick van Aanholt è decisamente un buon giocatore da monitorare con attenzione.

(di Stefano Dentice)

Articolo precedente
Ecco i 5 motivi per cui i tifosi sognano Cristiano Ronaldo alla Juve – VIDEO
Prossimo articolo
Russia 2018: Mandzukic show, Allegri lo toglie dal mercato