Pecchia: «Tre gol punizione severa. Sul 2-0 abbiamo perso fiducia»

Iscriviti
pecchia
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la sconfitta contro la Carrarese, Fabio Pecchia analizzato la sfida della Juventus Under 23: le parole del tecnico

(Marco Baridon inviato allo Stadio Moccagatta) Mister Pecchia analizza il match contro la Carrarese e il momento che sta vivendo la Juventus Under 23.

REAZIONE«Tre gol è una punizione troppo severa per i miei. Siamo partiti abbastanza bene contro una squadra esperta e di qualità ma il rigore ha indirizzato la gara. Fino al secondo gol potevamo trovare il pareggio, poi abbiamo perso fiducia. Bisogna stare in gara, poteva succedere di tutto. Il 3-0 ha chiuso la gara ma in poche situazioni sono stati pericolosi».

INSEGNAMENTI«Dobbiamo assorbire la sconfitta, già domani saremo con la testa su un’altra gara. Siamo andati un po’ troppo dietro ad alcune situazioni, questo serve per saper gestire e ad essere concentrati. Questo è un aspetto che dobbiamo coltivare. Si sono poi delineate situazioni che hanno indirizzato la gara».

MOMENTO «Siamo andati molti più vicini noi della Carrarese. In questo momento in cui le gare si susseguono dobbiamo gestire meglio i momenti della gara e tenerle vive. Oggi potevamo recuperarla. Impossibile giocare ogni 3 giorni, soprattutto per tanti giocatori che sono in Nazionale. Chiaro che qualcosa si perde in termini di conoscenza e di affiatamento. Bisogna evitare infortuni e cali di condizione. In questo devo gestire tutti i giocatori e mettere quelli che mi danno durante i due giorni e quelli che riescono a recuperare meglio».

HAN«Al di là che sia arrivato spento i primi giorni, ha avuto 3 trasferte internazionali e quando è tornato abbiamo giocato ogni 3 giorni. Trovare la giusta misura tra allenamento e partita e inserirlo non è semplice. Ha un grande atteggiamento e comportamento ma bisogna lavorare per assimilare i carichi e gestirlo. Mi rendo conto che il ragazzo ne subisce più di tutti. Gli faccio i complimenti perché durante il lavoro è sempre presente e disponibile».

Condividi