Pjaca, è la tua ora: ancora il Milan di fronte

pjaca
© foto Massimo Pinca

Marko Pjaca torna a giocare una partita dopo il brutto infortunio al crociato: sarà di scena con la Juventus Primavera di Dal Canto contro il Milan

L’attesa è finita. Marko Pjaca, dopo quasi otto mesi, torna a calcare il campo per una partita ufficiale. Non sarà la Serie A, si tratta “solo” di campionato Primavera, ma è comunque lo step necessario per il pieno reintegro in squadra. Già in passato grandi campioni (su tutti Alex Del Piero) erano passati in un intramezzo con la Primavera nel periodo post-infortunio.

Pjaca giocherà nella trasferta di Milano contro i rossoneri. La squadra di Dal Canto non naviga in buone acque e lo stesso tecnico è a rischio esonero. Insomma uno come Pjaca serve anche e banalmente per fare risultato. La Juve attualmente è infatti solo undicesima a quota 9 punti. Ma il piano Primavera era già stato attuato prima con l’obiettivo primario di far ritornare fisicamente Marko alla condizione pre-infortunio. Non è facile naturalmente dopo la rottura del crociato.

Pjaca ritrova il Milan, come otto mesi fa: allora fece vedere tutto il meglio (e il peggio) del suo repertorio

Il Milan però rimane nel destino del croato, che giocò da protagonista quel famoso Juventus-Milan allo Stadium di metà marzo con rigore di Dybala oltre il 90′. Una partita da polemiche a non finire, in cui Pjaca fece vedere tutto il suo meglio e tutto il suo peggio. Gran capacità di saltare l’uomo in dribbling e poca concretezza sotto porta. Ben tre volte Donnarumma gli sbarrò la porta davanti. Resta comunque il valore assoluto del giocatore, che non si discute.

D’altronde la Juve lo soffiò nell’estate 2016 proprio al Milan. La volontà del ragazzo è stata chiara fin da subito. E in questa Juve quale spazio può ritagliarsi Pjaca? Con gli arrivi di Costa e Bernardeschi la concorrenza è naturalmente aumentata, difficile per lui trovare minutaggio fin da subito. Allegri avrà però un’arma in più per la seconda parte di stagione e di suo non si farà problemi ad utilizzarla. Vedi il caso Bentancur.