Pozzebon: «Sogno la prima squadra. Che emozione allenarsi con Ronaldo…»

© foto Instagram

Nicolò Pozzebon ha rilasciato un’intervista parlando della Juventus Under 23, dei suoi sogni e del suo passato nel settore giovanile

Ai microfoni di Juventus TV, Nicolò Pozzebon è stato protagonista di una lunga intervista. Di seguito riportate le parole dell’attaccante della Juventus Under 23.

TORNARE ALLA JUVE – «Ho pensato che sarebbe stata una bella occasione da cui ripartire dopo l’infortunio. Sapevo che rimanendo qui potevo recuperare al 100% ed è un’occasione per giocare in un posto che già conoscevo e dove sono cresciuto».

LE SENSAZIONI – «Un bell’effetto soprattutto perché ad esempio con Del Favero avevo un rapporto normale. Quest’anno invece ci siamo avvicinati».

CRESCERE ALLA JUVE – «Il settore giovanile è stato un percorso di crescita importante ed è un’occasione che non tutti hanno avuto. Mi ha aiutato molto».

IL GRUPPO – «Ci siamo subito trovati bene, senza nessun problema anche con i più grandi».

GIOCARE IN OLANDA – «È stato difficile perché passare dal settore giovanile in cui tutti hanno la tua età e andare in una squadra con molta gente grande e in cui i ritmi sono alti non è stato facile».

L’UNDER 23 – «È un passaggio importante. Vieni molto seguito da tutto lo staff, facendo un campionato di Serie C con un’attenzione della società da Serie C».

ZIRONELLI – «L’anno scorso lo avevo a Mestre. Mi sono sempre trovato bene».

IL TEMPO LIBERO – «Quando riesco sto sempre con la famiglia, con gli amici, con la ragazza».

ALLENARSI IN PRIMA SQUADRA – «Quest’anno non era la prima volta perché mi ero già allenato in passato. Ero andato anche a Monaco nei quarti di Champions. Quest’anno con Ronaldo è stato più emozionante».

GOL ANNULLATO CON IL GOZZANO – «Peccato. Ancora adesso ci penso, molto probabilmente era regolare ma sono contento della prestazione dopo tanto tempo che non giocavo».

BILANCIO STAGIONALE – «È stato un campionato tosto. Siamo ragazzi giovani con poca esperienza, ma alla fine tirando le somme abbiamo fatto un buon anno. Penso che il prossimo anno andrà meglio».

CON LA VIRTUS ENTELLA – «È una bella sfida perché loro arriveranno con il coltello fra i denti. Dobbiamo essere concentrati, non fare brutte figure e fargli lo sgambetto».

IL SOGNO – «Il mio sogno è giocare nella prima squadra della Juventus».