Raiola: «Juve squadra da battere». Poi il rimprovero

raiola
© foto www.imagephotoagency.it

Mino Raiola ha parlato della Juve e della situazione in Nazionale: «I bianconeri sono ancora la squadra da battere, ma nell’Italia è tutto sbagliato…»

Unico ed inimitabile. Mino Raiola, ancora lui, ha rilasciato dichiarazioni destinate a far discutere. Il super procuratore, reduce dalla calda estate Donnarumma, ha parlato ai microfoni di Radio Crc. «C’è un abisso fra l’Italia e la Spagna? Io non credo. Qui non ci sono meno campioni, solo che se li facciamo giocare a pallavolo è ovvio che non rendono il giusto. Se metti Isco e Asensio nell’Italia dopo 20 minuti vengono sostituiti. Insigne e Verratti non sono inferiori a loro. E’ stato sbagliato tutto a livello tattico».

«Stiamo parlando di un ct che dice che andrà avanti sulla sua strada. E quindi? Dobbiamo giocare un calcio moderno come in Germania e in Spagna. Non parliamo di qualità uno contro uno, è solo un alibi. Perchè in quello siamo alla pari».

Raiola ha anche detto la sua sull’attuale situazione in Serie A. «La Juve è campione in carica, sono ancora loro la squadra da battere. Il Napoli però è ormai una grande, ha trovata la sua dimensione. E occhio alla Roma. Può sorprendere. Le milanesi hanno fatto una politica che non condivido. Prendi il Milan, manca una punta. Voglio poi vedere quando le partite saranno più difficili».

Condividi