Sarri: «Sono stati i primi 50 minuti a complicare la partita»

sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri, allenatore della Juve, ha parlato così dopo il pareggio di ieri contro il Sassuolo all’Allianz Stadium

Ai microfoni di Juventus TV, Maurizio Sarri ha analizzato il pareggio per 2-2 di Juve Sassuolo. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

ANALISI«Non è la fine della partita quello su cui dobbiamo recriminare, dobbiamo recriminare su un primo tempo fatto di poche energie mentali, di poche energie nervose e poco livello di aggressività. Ci siamo persi anche a livello di applicazione tattica, ogni volta che perdevamo palla eravamo lunghi, larghi e concedevamo tempi e spazi. Sono stati i primi 50 minuti che ci hanno complicato notevolmente la partita. Poi dopo il 2-1 abbiamo avuto una reazione di livello e abbiamo giocato con più aggressività, abbiamo creato tantissimo e purtroppo oggi abbiamo sprecato tanto».

STANCHEZZA – «Penso che sia molto più facile recuperare le energie fisiche dopo partite dispendiose che non quelle nervose. Se tieni la testa a mille per 3-4 giorni poi il down è inevitabile, quindi è molto più facile recuperare energie fisiche. La partita post Champions è sempre difficile sotto questo punto di vista, ma se avevamo un livello di applicazione tattica più elevato, portavamo la partita sul piano dell’equilibrio negli ultimi 20 minuti e lì la potevamo vincere tranquillamente».

LATI POSITIVI – «C’è da tenersi stretta la reazione dopo il 2-1: purtroppo dovevamo reagire in maniera veemente dopo il gol dell’1-1, invece abbiamo fatto fatica a farlo. Invece dopo il 2-1 la reazione è stata vera, solida».