Zironelli: «Infastidito da alcuni attegiamenti, Kastanos e Pereira…»

© foto Rai Sport

Il tecnico della Juventus U23 parla al termine della sfida contro il Piacenza. Le parole di Mauro Zironelli dopo il match

Intervistato da Rai Sport al termine della sfida contro il Piacenza, Mauro Zironelli ha commentato così il match: «Primo temo bene, poi abbiamo fatto un errore individuale e ci siamo disuniti. Nel secondo tempo loro si sono chiusi bene. Non mi sono piaciuti alcuni atteggiamenti quando prendiamo gol. Facciamo fatica nel momento in cui percepiamo il pericolo, sempre in ritardo. Sono errori fatali con squadre come il Piacenza. Quando gli avversari vengono a pressarti ogni tanto devi buttarla fuori o finisci per macchiare la prestazione. Ma non possiamo disunirci a livello mentale dopo il primo errore. Oggi ho dovuto cambiare tanto perché ho poche alternative per gli infortuni. Oggi Del Prete mi aveva chiesto di giocare ma io ho preferito non rischiare».

Il tecnico bianconero si è poi presentato in conferenza stampa. Ecco la trascrizione integrale delle sue parole.

DEL PRETE – «Fuori per scelta tecnica. Mi è rimasto un difensore centrale e non potevo fargli giocare la decima di fila. Ho perso Alcibiade e non potevo fare altrimenti»

IL MATCH – «Abbiamo regalato un gol al Piacenza e alcuni episodi non mi sono piaciuti subito dopo. Possono sbagliare tutti e alcuni atteggiamenti mi danno veramente fastidio. Ho visto gente con le braccia larghe. Non ci si concentra così e non si rimonta così. Abbiamo preso poi subito la traversa con Pereira e abbiamo avuto una bella occasione con Mavidi. Tutto sommato la gestione del pallone, comunque è stata buona. È solo questione di buttare ogni tanto via il pallone: è vero che siamo giovani e oggi eravamo praticamente degli Under 20, ma dobbiamo essere più smaliziati. C’è da dire anche che il Piacenza è una squadra molto solida e tosta».

PEREIRA E KASTANOS – «Kastanos e Pereira hanno avuto atteggiamenti sbagliati e devono crescere da questo punto di vista. Se rientrano negli atteggiamenti giusti bene, se no stanno fuori».

4-2-3-1 – «Ho giocato con tre terzini dietro nel secondo tempo, ma non posso fare altrimenti. Abbiamo perso Alcibiade e io davvero non potevo far giocare Del Prete. Lui non ha il ritmo degli altri dopo aver fatto una pseudo-preparazione. Ammiro il suo attaccamento alla maglia ma non è il caso di rischiare».

IL SECONDO TEMPO – «Siamo rimasti in partita. Loro hanno fatto qualche ripartenza e c’è stata una buona parata di Del Favero».

ALCIBIADE E DEL PRETE – «Alcibiade credo almeno 30-40 giorni di stop. Del Prete credo che sarà a disposizione per la prossima».

Articolo precedente
mattia del faveroPagelle Juventus U23 Piacenza: Del Favero fa tutto quello che può. I voti
Prossimo articolo
benatiaBenatia via? Paratici ha già pronta l’alternativa. Ma occhio alla concorrenza